Nuova linfa per le imprese novaresi

Condividi sulla tua pagina social

Un milione ottocento mila euro: è questo lo stanziamento complessivo messo a disposizione delle imprese provinciali dalla Camera di Commercio di Novara attraverso il rifinanziamento di tre bandi di contributo già attivi. Gli interventi riguardano specificamente l’innovazione, la partecipazione ad eventi fieristici e la certificazione. Il volume delle risorse previsto dal bando “Interventi per l’innovazione e l’ammodernamento delle imprese”, in particolare, è stato innalzato da 800mila euro a 1 milione 300mila euro (di cui 160mila destinati alle PMI agricole e 1 milione 140mila alle imprese operanti negli altri settori). Per sostenere i processi di internazionalizzazione delle imprese è stato inoltre incrementato il budget relativo alla partecipazione a fiere, portandolo dai 40mila euro iniziali agli attuali 200mila euro. Sul fronte della certificazione gli interventi di spesa hanno raggiunto i 300mila euro, a fronte di una quota originaria pari a 200mila euro. «I bandi promossi dall’Ente camerale hanno riscosso un interesse forte e immediato tra le imprese novaresi – ha commentato Paolo Rovellotti, presidente della Camera di Commercio di Novara – inducendo l’Amministrazione ad incrementare i contributi con ulteriori 760mila euro, in modo da rispondere efficacemente alle esigenze di numerosità e tempestività espresse dal sistema imprenditoriale. Con questi interventi vogliamo assicurare agli imprenditori il nostro pieno sostegno per affrontare le criticità che ancora permangono e, soprattutto, per cogliere le opportunità di ripresa che già si intravedono». Oltre alle misure rifinanziate, alle quali è possibile accedere mediante domanda presentabile in qualsiasi momento, vista la struttura di “bando aperto” che da quest’anno l’Ente ha deciso di adottare per evitare il sovraffollamento di domande nei giorni di apertura delle misure, è tuttora possibile la partecipazione al bando “Interventi per i sistemi di sicurezza”. In merito a quest’ultimo e in considerazione dei quesiti pervenuti, si precisa che l’aver ottenuto l’autorizzazione della Direzione Provinciale del Lavoro all’installazione dei sistemi di videosorveglianza, ai sensi dello Statuto dei lavoratori, rappresenta condizione indispensabile per concorrere all’assegnazione dei contributi da parte delle imprese con dipendenti, non essendo invece sufficiente allegare alla domanda la semplice richiesta di autorizzazione. Per qualsiasi informazione sui bandi, nonché per la corretta interpretazione degli stessi, è possibile contattare la Camera di Commercio (Settore Promozione – Ufficio Servizi Imprese: tel. 0321.338.265/226/260 – servizi.imprese@no.camcom.it) o consultare il sito Internet www.no.camcom.it/contributi, dove sono disponibili bandi e modulistica.