Odio razziale, arrestato dai Carabinieri di Galliate

Condividi sulla tua pagina social

Una vera e propria persecuzione per alcuni condomini di colore a Romentino.

TRIBUNALE NOVARA

TRIBUNALE NOVARA

Insulti, molestie ingiurie, minacce e piccoli e quotidiani danneggiamenti  a tutti i condomini extracomunitari che ormai avevano paura di incontrarlo sulle scale di casa.

“Vai al tuo paese!”, “vi brucio la macchina!” urlava nella notte nel vano delle scale, talvolta completamente ubriaco.

Tutti questi piccoli fatti sono stati riepilogati e compendiati in una informativa di reato alla Procura della Repubblica che, concordando con l’impianto accusatorio ha  ipotizzato  reati persecutori.

Stalking quindi aggravato dall’odio razziale.

Per un quarantatreenne sono scattate le manette e la traduzione in carcere  in esecuzione dell’ordinanza del GIP di Novara

La fine di un incubo per tutti i condomini extracomunitari