Oltre 13 milioni per l’Idrovia, 1 milione per l’ambiente nuovo ossigeno per la cassaintegrazione… ultime notizie da Palazzo Natta

Condividi sulla tua pagina social

Conferenza stampa fiume a Palazzo Natta, dove recenti trasferimento sono andati a sbloccare situazioni e progetti di ampio respiro.

Diego Sozzani

Diego Sozzani

–                  Si parte con l’Idrovia Locarno-Milano, per la quale la Regione Piemonte con delibera del 18 dicembre u.s sblocca il finanziamento 13,5 milioni di euro per l’ultimo tassello indispensabile per il recupero della via d’acqua: la realizzazione della conca che permetterà alle imbarcazioni di defluire oltre la diga per immettersi nel Canale Industriale in direzione Milano, collegando quindi il bacino del lago Maggiore con l’area milanese.

Il progetto di costruzione di una conca di navigazione in Comune di Varallo Pombia sarà realizzato su incarico della Regione Piemonte dal Consorzio del Ticino nell’ambito del progetto relativo alla “via navigabile Locarno-Milano attraverso il lago Maggiore e il Parco del Ticino” – Programma di iniziativa Comunitaria (P.I.C) Interreg III A Italia- Svizzera 2000-2006 Asse 2, misura 2.3, in sinergia con gli interventi previsto sul tratto di via navigabile citato.

L’area interessata  territorialmente è censita come Sito di Interesse Comunitario (SIC) ed è  inserito nel Programma MAB dell’Unesco  per il riconosciuto valore storico – cultura e paesaggistico. (allegato comunicato)

–                  Si prosegue con un’altra delibera regionale, questa volta del settore ambiente che sblocca un milione di euro che, aggiunto alle risorse già identificate da Consorzi e Comuni novaresi permetteranno la ristrutturazione, l’adeguamento e la realizzazione di alcuni centri di raccolta rifiuti ad oggi risultanti non più idonei a servire il bacino di utenza. In particolare l’accordo prevede il finanziamento dei seguenti interventi:

–                  installazione di un impianto di produzione di energia fotovoltaica presso l’Istituto geometri Nervi e presso l’Istituto Tecnico Economico Mossoti di Novara;

–                  adeguamento del centro di raccolta per la gestione dei rifiuti del comune di Borgo Ticino;

–                  adeguamento del centro di raccolta rifiuti nel comune di Sizzano;

–                  adeguamento del centro di raccolta per la gestione dei rifiuti nel comune di Grignasco,

–                  adeguamento del centro di raccolta rifiuti nel comune di Galliate;

–                  realizzazione di un centro di raccolta rifiuti nel Comune di Novara – cia delle Rosette/Quartiere Nord.

–                  Grazie ad un accordo che vede coinvolti la divisione BPN del Banco Popolare e la Provincia di Novara, sarà possibile anticipare la cassa integrazione a oltre 500 lavoratori per il 2014.

Si tratta della riconferma dell’iniziativa che già quest’anno ha permesso a oltre 500 lavoratori di accedere al sostegno economico anticipato rispetto alla certificazione ministeriale.  3 milioni di euro erogati nel 2013, altrettanti attesi dunque per il 2014

“Si tratta di un ulteriore intervento nel settore del lavoro – hanno spiegato il Presidente della Provincia Sozzani, l’Assessore alle Politiche del Lavoro, Giuseppe Policaro e l’Assessore alle Politiche Giovanili, Alessandro Canelli – di recente abbiamo annunciato un finanziamento di 210 mila euro (insieme ad Ain e Fondazione Banca Popolare di Novara ) di quattro nuove azioni per le politiche giovanili: orientamento, tirocini, supporto alle start up e “bando lavoro”. La Provincia sarà anche moribonda, ma continua il suo impegno e nel prossimo anno ci saranno nuove iniziative che vedranno la collaborazione tra questi assessorati per il sostegno all’occupazione dei giovani”.

–                  La campagna  “Salvaiciclisti” finanziata dalla Fondazione Cariplo e dalla Provincia di Novara con 7 mila euro complessivi si prefigge l’obiettivo di promuovere la mobilità ciclistica in ambito urbano e garantire l’incolumità dei cittadini che utilizzano la bicicletta per muoversi sulle strade provinciali di Novara.

In particolare, la problematica che si intende affrontare è quella dell’aumento del numero di incidenti stradali  che vedono coinvolti i ciclisti.

Negli ultimi 10 anni, in Italia i ciclisti vittime di incidenti stradali sono stati  circa 2.556, per questo la campagna per la sicurezza dei ciclisti ha già visto l’adesione di numerose città italiane: Milano, Firenze, Bologna, Torino, Roma  e Reggio Emilia. Anche nel contesto territoriale di Novara e provincia, negli ultimi anni si sono registrati una serie di incidenti gravi e in alcuni casi purtroppo mortali.

Considerando che in questa Provincia la bicicletta risulta essere uno dei mezzi privilegiati per gli spostamenti, riteniamo che sia di primaria importanza aderire alla campagna “Salvaiciclisti” ed effettuare una serie di interventi e provvedimenti necessari per accrescere la sicurezza degli spostamenti ciclabili. (allegato progetto)

–                  L’occasione per un breve aggiornamento rispetto alla pratica Ponte sul Ticino: martedì 17 dicembre u.s la Giunta Provinciale ha chiuso l’ultimo atto che recependo le richieste della Regione Lombardia, ha perfezionato l’ultimo atto burocratico necessario a conferire al Ponte sul Ticino la qualifica di opera cantierabile.

Di qui l’immediata comunicazione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti affinché tra le risorse non utilizzate nell’ambito del decreto del Fare che prevedeva la cantierabilità delle oepre entro il 31 dicembre 2013, sia individuato il finanziamento del Ponte, opera per la quale viene ribadita l’importanza strategica  per il collegamento tra Piemonte e Lombardia, promuovendo lo sviluppo industriale e turistico del territorio.

Al termine dell’incontro con i media, la Giunta ha invece salutato i dipendenti della Provincia riuniti presso la Sala Consiglio di palazzo Natta. Si tratta di fatto dell’ultimo Natale di questa amministrazione che andrà a scadenza nel giugno 2014, ma probabilmente anche per le Province così come fino ad oggi sono state intese. Una consapevolezza che ha portato ad alcune doverose considerazioni.

Discorso Presidente Sozzani

“Un saluto cordiale a tutte e a tutti

Ci ritroviamo anche quest’anno per un appuntamento che è ormai parte della nostra tradizione. Lo abbiamo fatto l’anno scorso, al termine di una anno difficile lasciandoci con l’auspicio nel 2013 di ritrovarci con maggiori certezze circa il nostro futuro.

Purtroppo siamo di nuovo qui, dopo un anno ancora più complesso, con sempre meno risorse, con lo spauracchio dell’abolizione ad ogni mutar del vento, o dei refoli politici.

I colpi di scena si sono susseguiti con cadenza tale da rendere del tutto superfluo tentare di comprendere come evolverà la situazione.

E oggi sono qui davanti a voi purtroppo senza poter aggiungere nulla in termini di informazioni e prospettive E questo non solo mi spiace, ma mi fa proprio arrabbiare.

E’ questo il mio ultimo saluto natalizio in veste di Presidente e in questi quasi 5 anni ho imparato a conoscere la macchina provinciale, a comprenderne gli ingranaggi e ad apprezzarne le professionalità e a riconoscerne il fondamentale ruolo di coordinamento.

Non so cosa sarà delle Province, quand’anche si andasse a regolari elezioni, di fatto si tratta di un Ente talmente impoverito e bistrattato che non so immaginarne le prospettive.

So però che per quello che saranno le mie possibilità e quelle di questa amministrazione,  andremo avanti fino alla fine con intenti fattivi e propositivi.

Quale che sarà l’esito del riassetto degli enti locali, avverto pertanto il dovere di assicurarvi che, come già in passato, ancor più intensamente in questi mesi mi adopererò affinché la vostra professionalità non sia mortificata e venga adeguatamente tutelata.

Desidero esprimere a ciascuna e a ciascuno di voi il mio più sincero ringraziamento, soprattutto per aver prestato la vostra opera con pazienza e intatta professionalità anche di fronte al trattamento che le Istituzioni centrali ci hanno riservato.

Vi giunga infine il mio più sincero augurio, e quello dell’amministrazione affinché queste feste e il nuovo anno portino a tutti fiducia e serenità. Un augurio che vi prego di estendere ai vostri cari e alle vostre famiglie.

Buon Natale, buon 2014!”