PRIMO TEST PER IL NUOVO PIANO NEVE PROVINCIALE

Condividi sulla tua pagina social
La neve scesa nella notte nel giardino di Palazzo__ Natta

La neve scesa nella notte nel giardino di Palazzo__ Natta

E’ stato questo il primo test del nuovo Piano Neve Provinciale – Diego Sozzani, Presidente della Provincia di Novara, apre così la conferenza stampa straordinaria convocata stamani a Palazzo Natta, a seguito della copiosa nevicata che ha imbiancato la Provincia – un piano che ha dovuto fare i conti con i tagli di bilancio e personale e con il ridisegno delle aree di intervento.

Siamo passati da 9 a 6 zone di intervento con un risparmio di circa 500mila euro – spiega l’Assessore alla Viabilità e ai Trasporti della Provincia di Novara, Gianluca Godio – e con l’obbiettivo di rendere efficaci mezzi e interventi. Se da un lato infatti alle imprese sono stati affidati più chilometri di strada (150 km ca. per zona) dall’altra abbiamo chiesto che ogni mezzo fosse dotato di un navigatore satellitare per poter monitorare dove, quanto e quando i mezzi siano in azione.
In tutto circa una cinquantina i mezzi su tutto il territorio: ogni zona è coperta da due spargisale e da sei mezzi muniti di lame per lo spezzamento della neve.
In considerazione delle previsioni che ormai sono sempre più precise e dettagliate – continua l’Assessore Godio – dalle 18 alle 21 di ieri sera (giovedì 13 ndr) abbiamo coordinato tre giri con gli spargisale. L’iter è ripreso stamani alle 5. L’effetto, ormai lo sappiamo, è determinato dalle condizioni esterne: temperature e frequenza di traffico sono coordinate che possono ottimizzare quanto invece annullare l’effetto del cloruro di sodio o delle soluzioni saline utilizzate
Conclusa la conferenza stampa, vertice in Prefettura per la pianificazione dei prossimi interventi: “Le previsioni parlano di fenomeni in attenuazione nel pomeriggio ma ripresa delle nevicate verso sera e per tutta la notte. Alle nevicate seguirà un ulteriore abbassamento delle temperature previsto per la giornata di domani. Noi proseguiremo con l’attività sui due fronti, prevenzione delle gelate e pulizia delle strade che al momento risultano essere in condizioni di percorribilità”.
Va da sé – aggiunge  il Presidente Sozzani – che dopo 12 ore consecutive di neve continua non si può pretendere di avere strade sgombre e perfette come se nulla fosse accaduto. L’invito al buon senso è d’obbligo, come quello a moderare le velocità e a utilizzare mezzi dotati di gommatura o attrezzatura invernale”.
E’ il primo test – conclude Gianluca Godio – e al momento sono abbastanza soddisfatto di come si sono mosse persone e mezzi. Continueremo a vigilare e a recepire le istanze della gente perché tutta la rete stradale della Provincia, circa 800 km complessivi sia regolarmente fruibile nelle migliori condizioni di sicurezza possibili”.