PROPOSTA DI LEGGE DELL’ON. NASTRI: AGEVOLAZIONI PER GLI AFFITTI AI GIOVANI

Condividi sulla tua pagina social
On. Gaetano Nastri

On. Gaetano Nastri

Concedere ai giovani fra i 19 e i 35 anni, che stipulano un contratto di locazione come prima casa, una detrazione fiscale per cinque anni, di 960 euro se il reddito non supera i 15 mila euro annui. E’ questa la proposta avanzata dall’on. Gaetano Nastri, coordinatore provinciale Pdl, con un disegno di legge depositato a Montecitorio.

“La proposta vuole affrontare un problema di rilevanza sociale che investe le giovani generazioni – afferma Nastri – attraverso l’introduzione di agevolazioni fiscali per l’affitto della casa di abitazione, favorendo così la creazione di giovani coppie. L’agevolazione è pari appunto a 960 euro, per persone con redditi bassi, fino a 15.000 euro all’anno. E’ previsto inoltre che il canone risultante dai contratti di locazione di unità immobiliari adibite ad abitazione principale, stipulati dai giovani, sia assoggettato all’aliquota del 20 per cento. Il canone non concorre alla determinazione del reddito complessivo, anche ai fini dell’applicazione delle addizionali all’imposta sul reddito delle persone fisiche. In tal modo si agevolano anche i proprietari, invogliandoli ad affittare l’immobile ai giovani a prezzi più bassi, vista la minore tassazione”.

Per la copertura finanziaria si stabilisce una cifra pari a 50 milioni di euro per anno, nel triennio dal 2013 al 2015.

“Se la proposta verrà accolta – conclude l’on. Nastri – si darà una risposta concreta alle difficoltà di molti giovani di rendersi autonomi al termine degli studi. E’ un fenomeno particolarmente avvertito fra le giovani generazioni, nonché un gap rispetto a molti Paesi europei che, nell’ambito delle agevolazioni fiscali per gli affitti agevolati dei giovani, prestano senza dubbio maggiore attenzione al problema”.