Riceviamo e pubblichiamo – Area Agognate : NCD, le minacce di querela non fermano la nostra azione politica

Condividi sulla tua pagina social

Ncd - LogoIn relazione alle dichiarazioni rilasciate in queste ore dal Presidente della Provincia di Novara Ing. Diego Sozzani in merito alle richieste formulate anche dagli esponenti di Ncd Novara sul tema della realizzazione delle aree industriali di Agognate, gli esponenti del Nuovo centrodestra ribadiscono “La volontà di fare chiarezza in una situazione che a tutt’oggi appare confusa ed i cui contorni non riusciamo a definire. Apprendiamo della decisione del presidente di rivolgersi ai legali per “tutelare la propria immagine”, annunciata a mezzo stampa. Una decisione che lascia sbalorditi posto che nessuno da parte nostra ha mai parlato di “incarichi di progettazione” o fatto considerazioni di altra natura che non fossero una precisa e legittima richiesta di spiegazioni e chiarimenti. Prendiamo atto che la consulenza per la realizzazione di un piano di zonizzazione acustica conferita alla Società Greenline srl ascrivibile tramite trust al presidente Sozzani ed al fratello dello stesso, esiste, come ammesso dallo stesso Interessato.

Altresì prendiamo atto che la medesima consulenza è stata conferita dal progettista incaricato da Vailog e Cssg (i soggetti attuatori l’intervento di Agognate) come da lui stesso confermato. Si tratta di elementi interessanti che a nostro avviso però non sciolgono i dubbi circa l’opportunità di questo rapporto economico, la consulenza in questione, anche e soprattutto dal punto di vista politico”.

“Il fatto che l’ingegner Sozzani, socio con il fratello della società di progettazione che ha ottenuto l’incarico, abbia in passato affidato ad un trust – come da noi già riscontrato- le proprie quote è un dato di fatto, come è un dato di fatto che l’intervento della Provincia di Novara, con una contestata delibera di giunta ormai arcinota alle cronache cittadine, abbia avviato l’iter procedurale per la realizzazione delle aree in questione”.

“Su un fatto vorremmo però tranquillizzare il presidente e cioè che non saranno le sue annunciate querele a fermare la nostra azione politica, ne’ a stravolgere l’effettivo svolgimento dei fatti, così come le nostre richieste di chiarezza e trasparenza che rivolgeremo  direttamente a lui ed al Sindaco di Novara Andrea Ballarè con apposite interrogazioni nei Consigli Comunali e Provinciali