Riunione associazioni per “Prepariamoci all’EXPO 2015”

Condividi sulla tua pagina social

SABATO 30 NOVEMBRE alle 9.45 presso la sala Genocchio della Biblioteca Negroni in C.so Cavallotti, 6 a Novara

le associazioni novaresi si ritroveranno per proseguire il percorso verso EXPO 2015

Sandro Bertona - Presidente Nuares it‘Tra meno di due anni – ha esordito Giorgio Ravizzotti, portavoce di Nuares.it associazione promotrice dell’incontro – saremo nel bel mezzo di un avvenimento che coinvolgerà il nostro territorio in modo ineludibile: milioni di persone arriveranno dall’Italia e dall’estero nel corso dei sei mesi di apertura (maggio/ottobre) dell’EXPO 2015 di Rho-Pero … a soli 40 km da qui! Proprio la indiscutibile vicinanza con l’evento sarà la causa di questo coinvolgimento che, perché non diventi sconvolgimento, deve essere governato e organizzato in modo da trarne benefici, al posto di fastidi, e vantaggi (immediati e futuri), anziché danni (materiali e di immagine del territorio). Cosa possono fare le associazioni per prepararsi a Expo2015? La presenza sul territorio sia di espositori che di visitatori italiani e stranieri sarà tale da non poter essere sottovalutata. Sono problemi e opportunità mai affrontati prima e che ciascuno di noi, da solo, difficilmente saprebbe risolvere. Insieme, invece, possiamo riuscirci. In sinergia tra loro, le associazioni culturali possono organizzare eventi di portata media, ma di qualità, che creino una varietà di occasioni di attrazione per gli ospiti. Per fare un mero esempio di cosa intendo per ‘evento di portata media’ (ma ne potrei fare altri) cito il Novara Jazz Festival: una manifestazione articolata e diffusa sul territorio che già oggi è pronta per quella occasione.Parlo di eventi di portata media, poi, perché Comune di Novara e Provincia hanno già programmato da qui al 2015 gli eventi di più grande richiamo.’

Nuares.it suggerisce che le associazioni mettano  insieme idee, tempo, risorse umane e finanziamenti allo scopo di programmare una serie di iniziative culturali (mostre, concerti, visite guidate a particolari monumenti, ecc.) e ricreative non solo rivolte ai novaresi, ma anche agli ospiti.
Al termine dell’incontro si è deciso di creare un tavolo di confronto permanente dove porre e risolvere i problemi, condividere idee e progetti, coordinare le attività in modo da non sprecare idee, risorse umane, finanziamenti e soprattutto tempo. Insieme si potranno affrontare in sotto-tavoli specifici, tutte le problematiche connesse come sovrapposizioni e/o duplicazioni degli eventi, ricerca dei finanziamenti, visibilità mediatica, supporti logistici, rapporti con gli enti pubblici.
L’assessore Turchelli ha apprezzato l’iniziativa incoraggiando le associazioni a proseguire sulla strada delle sinergie e ha chiesto di poter seguire i lavori del tavolo tra le associazioni in modo da fare da trait d’union tra questo ed il tavolo istituzionale (coordinato dalla Camera di commercio).
‘ L’Expo2015 è un’opportunità che non ci è mai capitata, che difficilmente si ripeterà e che non possiamo assolutamente sprecare. Di tempo, per fare un bel lavoro come il territorio novarese merita, ne resta poco.’  ha chiuso Ravizzotti.

Nuares.it, organizzazione di volontariato che si è fatta promotrice di questa iniziativa ha riconvocato il tavolo in modo di impostare, per prima cosa, un calendario delle iniziative che si svolgeranno tra il maggio 2014 e il dicembre 2015 in preparazione e in concomitanza con l’Expo e poter risolvere tutti i restanti problemi entro la fine dell’anno in corso.