“Se è Vita, lo sarà per sempre”, il libro di poesie dello scrittore diciottenne Mauro Cesaretti

Condividi sulla tua pagina social

di Isa Voi

Scrivere a 18 anni e pubblicare un libro di poesie così precocemente non è certo una cosa comune.

downloadE’ questo uno dei segni particolari di Mauro Cesaretti, giovane scrittore di Ancona che ha esordito con  “Se è Vita, lo sarà per sempre” (Edizioni Montag), una silloge che trasmette emozioni del suo vivere e pensieri sulla condivisione di esperienze e vissuti.

Un libro dal titolo accattivante e promettente, che preannuncia un viaggio delicato attraverso temi esistenziali (quali l’amore, la passione, i ricordi, il destino, ecc) che invitano a seguire la saggezza e i messaggi del cuore.

Questa prima opera fa parte di una trilogia e già, sin dai primi mesi, ha raccolto il favore dei lettori. Cesaretti ha un esordio precocissimo a 4 anni nel mondo del teatro, è musicista di piano e artista di canto moderno, e frequenta con  successo il 4° anno del liceo scientifico.

“Ho scelto questo titolo perché al giorno d’oggi la nostra vita emotiva passa sempre in secondo piano mentre credo che la bellezza sia nel soffermarsi ad ascoltare la propria anima riscoprendo la nostra vera essenza ed evitando la confusione del mondo che ci circonda“ – ci confida l’autore.

“La mia passione per la scrittura nasce nel momento in cui cerchi di esternare le tue cose più intime e quando senti che l’unica cosa in grado di liberarti da un peso che ti porti dentro è una penna.

Con le mie poesie cerco di riavvicinare tutti coloro che considerano la poesia un mondo arcaico, perchè l’emozione non passa mai di moda. “.

Mauro ammira le correnti letterarie ottocentesche perché, secondo lui,  in quel periodo si è manifestata l’estrema voglia di esprimersi sia in campo letterario che artistico. “Al giorno d’oggi il termine poeta viene usato sempre in modo ironico, canzonatorio e talvolta anche in modo dispregiativo. A mio pare il poeta è una persona piena in un mondo vuoto, in un mondo che scorre veloce senza il filtro delle emozioni.”

Mauro Cesaretti è promotore dell’iniziativa “Body Poetry”, che nasce dal bisogno di fare poesia con il corpo: la danza diventa così poesia, unendo una coreografia al testo di alcune sue poesie e permettendo allo spettatore di godersi l’accostamento di queste due arti che nascono divise, ma che a suo parere si sposano divinamente assieme.

Nel  2013 ha iniziato il tour per presentare la sua opera; “Ero abituato a recitare davanti ad un pubblico, ma presentare un libro di poesie non significa affatto recitare. Ogni volta che si cerca di trasmettere il significato della poesia, si va a scavare nel passato, nel ricordo e tutto ciò ritorna a galla e quindi ti rendi conto che l’emozione si raddoppia e si ha anche paura che non tutti gli spettatori riescano a cogliere il significato, perché è probabile che non l’abbiano  mai provata quel tipo di emozione. Ma il bello di un libro di poesie è che ognuno può trovare la sua poesia, quella che lo rispecchia o l’ha rispecchiato in un momento particolare della propria vita.”

Lo scrittore gestisce anche un blog (maurocesaretti.blogspot.it), e un canale youtube (  https://www.youtube.com/channel/UCu8v5PtelmKkYBEbsOPxuxQ ); è già pronto il suo secondo libro “Se è Poesia, lo sarà per sempre” e sta per completare il terzo “Se è Amore, lo sarà per sempre”.