SOLIDARIETÀ ALL’EMILIA ROMAGNA TERREMOTATA: NOVARA “ADOTTA” IL COMUNE DI CAVEZZO

Condividi sulla tua pagina social

Aperto un conto corrente bancario per raccogliere fondi

cavezzo-vigili-edificio

cavezzo-vigili-edificio

Cavezzo, in provincia di Modena. Uno dei paesi più colpiti dal sisma che ha falcidiato l’Emilia Romagna: secondo le prime stime tecniche è il comune con i maggiori danni alle strutture, sicuramente uno dei più feriti dal punto di vista umano, con i tre morti su poco più di settemila abitanti.

Da oggi Cavezzo è “gemellato” con Novara nel segno della solidarietà.

Al comune modenese saranno rivolte le iniziative di aiuto che il Comune di Novara intende attuare.

«Abbiamo già deciso – spiega il sindaco Andrea Ballarè –  di aprire un conto corrente bancario (IBAN IT87D0200810105000102101238) sul quale sarà possibile per tutti i cittadini far confluire le offerte in denaro. Il primo versamento sarà quello dei gettoni di presenza e dei contributi devoluti dai consiglieri comunali e dalla giunta».

In accordo con il comune emiliano, i fondi che verranno raccllti saranno indirizzati prioritariamente alla ricostruzione delle strutture scolastiche. «Si tratta naturalmente – aggiunge il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Nicola Fonzo –  di una prima indicazione. Svilupperemo i progetti e i programmi in stretta collaborazione con gli amministratori di Cavezzo».

I diversi assessorati del Comune di Novara stanno già lavorando alla realizzazione di iniziative di solidarietà nelle prossime settimane.

«Vorremmo – conclude il sindaco – fare in modo che tutta la capacità di mobilitazione dei nostri concittadini, che non sono secondi a nessuno in generosità, potesse convergere in questo progetto, concentrando gli sforzi, con raccolte di fondi ma anche con altre iniziative,  per aiutare questo comune davvero martoriato. Siamo certi che questo appello sarà ascoltato»