Speciale Rugby Novara – Rivoli, 53 – 5, un altro successo di misura per gli uomini di coach Vacaru. IL VIDEO

Condividi sulla tua pagina social

Servizio video di Alessio Marrari

articolo di  Marco Quirino

rugby novaraCollaudata mischia con Radaelli, “panzer “Fioretto, Quadraro in prima, i fratelloni Loretti in seconda, Capitan Viana, Fadda e “Tratto” Guglielmi terze, centri Familiari e Barelli, triangolo con Grelli e” Jack” Cotroneo ali e Sormani 15, cabina di regia nelle mani e piedi di Quirino e Cerutti, rispettivamente 9 e 10: questi i primi quindici di coach Vacaru per la regolar tenzone odierna al Laurenti di Novara con i Leoni del Rivoli rugby, valevole per la pool promozione del campionato nazionale serie C ; partita iniziata con leggero ritardo causa lavori di asciugatura campo, in alcune zone allagato dalle abbondanti piogge notturne, che vede da subito il Novara protagonista con meta di Quadraro al 2’, autore di una galoppata di circa 35 metri, che direi essere il massimo consentito, se non da regolamento sicuramente da tradizione, per un pilone!: al 5’ è il Rivoli ad avere l’opportunità di accorciare le distanze con un CP, non concretizzato. Al 10’ da un azione di circa 6 fasi Viana, forse per un malinteso con il nostro 9, non riesce a concretizzare. E’ però Barelli a muovere nuovamente il tabellino al 14’ su intercetto e successivamente Loretti Luca al 20’ con una bella meta a centro pali ( trasforma Cerutti). Al venticinquesimo è la volta di trattore Guglielmi agile e lesto a schiacciare in meta da mischia “rubata” dai Novaresi. Pochi minuti è il Rivoli a siglare la prima ed unica meta della partita dallo sviluppo di una touche “carrettata” sin oltre la linea. Il Novara risponde con una meta di Jack alla maniera di Tuilagi, (se non altro per il peso)! Da questo punto sin alla fine secondo me, la partita non ha più molto da raccontare: ad onor di cronaca sottolineo che, verso al fine del primo tempo, dopo l’infortunio fortuito occorso al numero 8 del Rivoli, una bella fase con attacchi e contrattacchi con rimarchevoli placcaggi dei nostri 10 e 9, al 10’ del secondo tempo una bella meta di Grelli dopo dieci fasi, la meta al 1’ del secondo tempo partita scaturita da una intuizione da 10 e lode di big Cerutti, di panzer Fioretto, la meta di faina Loddo , che rimane, statisticamente, il miglior realizzatore nel rapporto minuti giocati/ punti fatti. Rimarco l’orgogliosa scelta tattica del Rivoli che, visto l’evolversi della partita, decide comunque di non giocare di “rimessa” ne di utilizzare il piede ma di giocare il più possibile palla in mano : complimenti alla squadra ed all’allenatore. Segnalo il rientro da infortunio di Valentini e la prestazione di Mora e Lucci, autori di un buona partita.
Un Novara difficile da battere in difesa e concreto , mischia di alto livello (grazie S. Paracchini), tre quarti in grado di proporre più opzioni di gioco, forse un po’ carente in touche, oggi rimarca la posizione di leader in classifica. Assegno, del tutto arbitrariamente, ex aequo il man of the match a Cerutti e Quirino, autori di una partita sopra le righe in termini di placcaggi ed “attitude”
Formazia: Sormani,(1’ II T Lucci) Cotroneo(10’ II T Hajemeli), Barelli, Familiari, Grelli, Cerutti, Quirino, Viana (1’ II T Pianca), Guglielmi ( 20’ II T Colombo) , Fadda( 10’II T Mora) , Loretti L., Loretti F., Quadraro, Fioretto, Radaelli. Allenatore G. Vacaru.