Sudafrica 2010: Avanti Brasile a Ritmo di Samba. 3 Goal al Chile

Condividi sulla tua pagina social

Ottavo di finale in relativa tranquillità per il Brasile, che impiega poco più di mezz’ora per liquidare la pratica Cile. All’Ellis Park di Johannesburg finisce 3-0 per la squadra di Dunga, che ai quarti sfiderà l’Olanda a Port Elizabeth.

Al Cile resta la consolazione di aver evitato le quattro reti al passivo, come invece era successo negli unici due precedenti «mondiali» tra le due squadre (4-2 nel ’62, 4-1 nel ’98). Sanchez e compagni durano mezz’ora di gioco. Dopo una larga parte del primo tempo passata a imbrigliare il Brasile con un bel pressing e veloci ripartenze, la squadra di Bielsa capitola al 34’: calcio d’angolo di Maicon e stacco vincente di Juan. Saltano tutti gli schemi di una squadra troppo spregiudicata per affrontare il Brasile e così dopo quattro minuti la Roja si ritrova di nuovo infilzata. Questa volta è Luis Fabiano che sfrutta un bel passaggio smarcante di Kakà, dribbla il portiere cileno e realizza il 2-0. Troppo offensivo l’atteggiamento della Roja, che pur non sfigurando al termine dei primi 45 minuti si ritrova sotto di due gol. Nella ripresa Bielsa prova a mischiare le carte con due cambi ma al quarto d’ora c’è il tris di Robinho.

L’attaccante del Manchester City beffa Bravo al termine di una incursione irresistibile di Ramires. Il Cile non molla e ci prova ancora con Suazo (vicino al gol in un paio di occasioni) ma si scopre inevitabilmente al contropiede brasiliano. L’ultimo sussulto è di Beausejour ma il risultato non cambia.