Tesser “Spirito di unità”

Condividi sulla tua pagina social

Attilio TesserComanda la matricola Novara, mentre il Torino continua a essere ultimo. Gli azzurri di Attilio Tesser non finiscono di stupire: dopo aver ottenuto la promozione dalla Lega Pro a suon di record, ora guidano la classifica della serie B in compagnia del Modena. In tre partite due vittorie e un pareggio: ecco lo specchio del Piemonte felice. Miracolo Novara, si dice adesso. Vero, perche’ una neopromossa che vola imbattuta in testa alla graduatoria, al ritorno tra i cadetti dopo ben 33 anni, e’ certamente una rivelazione. Ma limitare all’effetto sorpresa l’exploit degli azzurri non renderebbe giustizia alla societa’ novarese, che lo scorso anno ha costruito una squadra ‘programmata’ per vincere la Lega Pro, l’ha confermata praticamente in blocco, con innesti mirati, per l’avventura in B e sta diventando un modello di gestione virtuosa. La filosofia del patron, Massimo De Salvo, si fonda sulla programmazione, seria e in linea con le possibilita’ del club, che ha portato comunque a investimenti ingenti e a innovazioni significative. E’ stato costruito Novarello, un centro sportivo all’avanguardia che e’ la casa del club, ed e’ stato realizzato il campo in erba sintetica per lo stadio Piola. Il Novara e’ la prima formazione di B a giocare su questa superficie. ”La scelta di confermare il blocco dello scorso anno e’ stata vincente – spiega Alberto Fontana, portiere che ieri ha messo la firma sulla vittoria parando il rigore del possibile pareggio del Cittadella – perche’ quello che si crea in un anno nessun direttore sportivo puo’ ritrovarlo sul mercato”. In citta’ l’entusiasmo e’ grande, i tifosi iniziano a sognare addirittura la serie A. Tesser e’ felice, ma allo stesso tempo raccomanda prudenza. ”Siamo contenti di quello che stiamo facendo, senza pero’ farci prendere dai brividi della classifica – afferma il tecnico -. E’ un inizio di campionato che ci sta, ora speriamo di essere in grado di rimanere, se non in testa, comunque dalla parte sinistra della classifica”. ”Se riusciremo a mantenere lo spirito di unita’ come in passato, sono convinto che ci toglieremo qualche altra soddisfazione”, conclude Tesser.