Tra meno di un anno e mezzo, con l’inizio dell’EXPO 2015, il novarese sarà porta a porta con tutto il resto del mondo per un periodo di ben sei mesi.

Condividi sulla tua pagina social

di Giorgio Ravizzotti

NOI LA PORTA VOGLIAMO TENERLA APERTA

Giorgio Ravizzotti -Nuares.it

Giorgio Ravizzotti -Nuares.it

Ciascuno può fare qualcosa per presentare al meglio il nostro territorio in occasione dell’EXPO.

Nuares.it, da parte sua ha deciso di proporre a tutto il mondo associativo di unire gli sforzi per creare un coordinamento degli eventi ed iniziative varati tra maggio a ottobre  2015 nel territorio di Novara e dei 35 comuni limitrofi (compresi a nord Oleggio, Momo, Fara).

Un obiettivo ambizioso ma che, insieme dal basso, possiamo raggiungere dimostrando che cambiare il mondo che ci circonda è un impresa possibile anche per dei semplici cittadini.

D’altra parte se la politica si dimostra incapace di dettare le strategie noi non  possiamo rimanere inerti!

Quindi ecco la parte operativa della proposta..

Per prima cosa serve uno strumento che aiuti tutti ad evitare le sovrapposizioni degli eventi.

Abbiamo immaginato di creare una specie bacheca informatica su cui scrivere gli eventi.

Questa “bacheca” , che abbiamo chiamato IL SERBATOIO DEGLI EVENTI, è in realtà un file di GoogleCalc sul quale sono già pre-caricati gli eventi in programma fino al 30 aprile prossimo.

Ogni associazioni può scrivere quel che ha intenzione organizzare (appena ha concepito l’idea anche se mancante di particolari essenziali). Poi con il concretizzarsi della propria idea aggiunge, corregge quanto inserito fino a che la preparazione dell’evento è completa ed è quindi possibile renderlo pubblico (o al contrario cancellandolo dalla bacheca se non sarà effettuato).

In questo modo gli altri attori potranno sapere in anticipo che esiste qualcuno che in un certo posto, in un certo giorno o a una certa ora sta pensando di fare qualcosa.

E, se è il caso, prendere informazioni e accordi per evitare una sovrapposizione.

Solo se si è a conoscenza di quel che potrà succedere si potranno variare e adeguare i programmi.

Se invece lo si sa quando è tutto già deciso non si può più modificare nulla e si vanificano fatiche e spese.

Nell’ipotesi che, il 31 gennaio prossimo (termine della fase TEST), si siano avuti risultati utili, si cercherà di mettere a punto un software dedicato che permetta di dare online dei messaggi di allarme (warning) nel momento stesso in cui si inserisce un evento che può entrare in conflitto con un altro già presente (sia definitivo che ipotizzato) per il luogo dove si svolge o per l’ora o il tipo di evento.

E questo è l’obiettivo finale del progetto che dovrebbe essere operativo per l’inizio dell’EXPO (e a questo punto risolvere il problema in modo definitivo: par sémpar!)

Comunque questo strumento che abbiamo denominato IL SERBATOIO DEGLI EVENTI, già ora è il più completo,  leggibile e utile ausilio per tutti coloro che organizzano eventi a Novara e nei 35 comuni del circondario.

COSA BISOGNA FARE PER COMINCIARE

Per fare cominciare è NECESSARIO compilare il modulo di richiesta on line  http://goo.gl/1C4GBv

L’email di risposta conterrà il link che permetterà la visione in tempo reale del CALENDARIO DEGLI EVENTI IPOTIZZATI e di inserire gli eventi che avrete organizzato.

Una volta avviata questa iniziativa siamo convinti che molti dei problemi che ci affliggono, quando andiamo a produrre un evento, saranno meno ostici.