Turismo – Piemonte Regione ” Big “

Condividi sulla tua pagina social
Sestriere

Sestriere

Tra giugno e agosto 2010, 1 milione 114 mila italiani hanno trascorso le loro vacanze in Piemonte. Il picco si è registrato nel mese di agosto con 416 mila vacanze, ma anche considerando tutti gli otto mesi del 2010, l’andamento è piuttosto stabile, molto meno soggetto ai picchi stagionali rispetto ad altri territori. Fatta eccezione per febbraio, infatti, il numero di vacanze degli italiani nella regione non è mai inferiore alle 300 mila. “Il turismo è uno dei più importanti asset per lo sviluppo e la crescita del Piemonte: permette di ottenere grandi ricadute positive sull’economia dei territori e sui diversi settori economici – afferma il Presidente di Unioncamere Piemonte Ferruccio Dardanello -. Le Camere di commercio – da sempre consapevoli di questo valore aggiunto – e le istituzioni politiche locali devono allora insistere, in modo congiunto e non frammentato, su una programmazione di interventi, anche promozionali, affinché le vacanze degli italiani nelle montagne, nei laghi e negli altri gioielli del nostro Piemonte divengano elementi strategici delle dinamiche turistiche regionali e nazionali. Solo così, presentandoci compatti e organizzati, non disperderemo energie e potremo proseguire sulla strada della promozione di un ‘Piemonte di qualità’ sia da un punto di vista ricettivo che dei servizi collegati”. Le destinazioni principali sono le località di montagna, che hanno ospitato il 43% delle vacanze effettuate. Tra le altre mete turistiche figurano le città con il 29,5% e le località situate in campagna e collina con il 21,1%. Tra le località più frequentate, si segnalano il lago Maggiore per chi ha scelto la vacanza al lago, Bardonecchia per chi è stato in montagna, Torino tra le città e l’astigiano per coloro che si sono recati in campagna o collina. Considerando sia i vacanzieri che alloggiano nelle strutture ricettive, sia quelli che soggiornano nelle seconde case, il primato spetta alla provincia di Torino, che raccoglie oltre la metà di questi turisti; seguono Cuneo e il Verbano Cusio Ossola. Il Piemonte è riuscito a mantenere piuttosto salda la propria posizione rispetto al turismo italiano. Rispetto al 2009, infatti, il peso della regione sul totale delle vacanze effettuate in Italia è aumentato in ben 5 mesi su 8 (a gennaio, marzo, maggio, giugno e luglio) ed è restato invariato in altri 2 mesi (febbraio ed aprile). Ad agosto, unico mese leggermente al di sotto rispetto all’anno precedente, le vacanze effettuate in Piemonte sono state il 3,3% di quelle trascorse complessivamente in Italia.