Tutto esaurito al Broletto per Luciana Littizzetto – FOTO E VIDEO

Condividi sulla tua pagina social

Di Alessandro Berardi

Novara – Grande risposta da parte dei novaresi, accorsi numerosi ieri pomeriggio al salone dell’Arengo del Broletto, per non perdersi l’ospite d’onore del Circolo dei lettori: la nota comica e scrittrice torinese, Luciana Littizzetto.

Più di 400 i presenti (compresi quelli seduti davanti al maxi-schermo allestito all’esterno) per la presentazione del nuovo libro della simpatica autrice piemontese, intitolato: “Ogni cosa è fulminata. Alla ricerca della Picicì (Piccole Cose Certe)”.

Ovviamente, nel corso della presentazione del suo manoscritto (edito dalla “Mondadori”), non sono mancati i momenti di allegria, grazie alla sua simpatia e alle sue battute.

In particolare, è rimasta impressa ai presenti, una piccola gag che riguarda da vicino la nostra città: “mi dice la signora che i novaresi sono molto riservati” – rivolgendosi allo scrittore e conduttore radiofonico Luca Bianchini (che per l’occasione ha vestito i panni di “moderatore”).

“Infatti nessuno l’ha importunata – risponde Bianchini”. Luciana a quel punto, replica spiazzando tutti: “Ma io avrei voluto!”.

Al termine della presentazione, Luciana Littizzetto, si è concessa ai presenti per il firma-copie e le foto.

Di seguito, una breve introduzione del suo libro:

I tovagliolini dei bar che non asciugano, i cartelli stradali che ti abbandonano sul più bello, le calze che si bucano appena le metti, la paletta della scopa che lascia sempre una striscia di polvere (“la sottile linea grigia”), l’apertura impossibile del tonno in scatola, le date di scadenza illeggibili, i tubetti di pomata che appena li apri esplodono…

Questo nuovo libro di Luciana Littizzetto è un (divertentissimo) manifesto sull’importanza trascurata di quelle piccole cose che potrebbero facilitarci la vita e invece ce la complicano. Un piccolo capolavoro di letteratura umoristica che diventa anche un elogio della delicatezza, della sensibilità, dell’attenzione. Contro la prepotenza, la superficialità, l’incuria.

“Sarò la portavoce, l’ambasciatrice, la paladina delle micro-rotture del quotidiano, le incongruenze con le quali tutti, tutti i giorni, abbiamo a che fare. Quelle che ti fanno dire: Ma perché? Ma ti sembra normale che? Non sarebbe più facile sé? I piccoli e grandi scontri con un reale che sembra lontano dalla logica e dal buon senso. Vedrei con favore un partito che si occupasse delle cose quotidiane, che promettesse di risolvere minuzie che intossicano giorno dopo giorno il nostro tran tran abituale. Il partito delle Picicì, Piccole Cose Certe.” I grandi comici e gli scrittori migliori hanno il potere di osservarci quando crediamo che non ci veda nessuno, mentre ci incagliamo nella vita e nei suoi inciampi. Per questo ridiamo così tanto con Luciana Littizzetto, perché ci sentiamo meno soli.

LUCIANA LITTIZZETTO A NOVARA: LE FOTO E IL VIDEO

Questo slideshow richiede JavaScript.