Ufficiale: il Siena non si iscrive al campionato di serie B. Domani pomeriggio inizia il ritiro del Novara Calcio

Condividi sulla tua pagina social

by Simone Balocco

Logo-SienaLa notizia era nell’aria da almeno un mese, ma ora c’è l’ufficialità: il Siena non si iscriverà al prossimo campionato di serie B. Alle ore 19, termine ultimo per la presentazione della domanda di iscrizione al prossimo campionato cadetto, la dirigenza toscana non ha presentato la domanda e visti anche i problemi societari (la settimana scorsa si era dimesso il Presidente Massimo Mezzaroma) e finanziari (87 milioni di euro di debito ripartiti tra 55 alla Banca Monte Paschi, 21 ai vari fornitori e dodici all’Agenzia delle Entrate), il club senese non disputerà il prossimo campionato di serie B e ripartirà dalle serie inferiori, sempre se non verrà dichiarato fallito. Dopo la cancellazione della squadra di basket, unica in Italia a vincere sette scudetti consecutivi, la città del Palio perde anche una squadra che conta in carniere nove partecipazioni al campionato di serie A ed una semifinale di Coppa Italia. Da stasera sarebbero liberi di trasferirsi in altre società tutti i giocatori della Prima squadra.

logo bresciaAl contrario Varese e Brescia sono riuscite ad iscriversi e hanno pagato la loro  quota: le due formazioni partiranno con alcuni punti di penalizzazione nel prossimo campionato cadetto, visto che la scadenza era stata fissata lo scorso 30 giugno. La situazione del Brescia è stata risolta per il meglio in questi ultimi giorni, dopo che la settimana scorsa, dopo oltre venti anni, si era dimesso il Presidente Luigi Corioni che ha lasciato il club nelle mani di Luigi Regazzoni, da quattro giorni amministratore unico delle “Rondinelle”. Fondamentale per l’iscrizione la quota data da UBI Banca, main sponsor della squadra e maggiore creditrice. Per il Varese domanda presentata in ritardo anche per lui, ma la situazione debitoria era meno grave delle altre due.

Si profila quindi una serie B a 21 squadre, che vedrà una squadra “riposarsi” un sabato e saltare il turno. Il Presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, è stato chiaro in tempi non sospetti: se tre squadre non presentano la domanda, ci sarà il ripescaggio di una squadra, ovvero la perdente dei playout, altrimenti il campionato sarà o a 21 o a 20 squadre. Il Varese si è iscritto, il Brescia si è iscritto, il Siena non si è iscritto: nessun ripescaggio e serie B per la prima volta sarà dispari. Per la cronaca, neanche il Padova si è iscritto al campionato di Lega Pro: due anni fa i patavini si giocavano la finale per l’accesso alla serie A.

logo NovaraChi sta ora vivendo momenti di ansia (e passione) è il Novara Calcio. Il club del Presidente Massimo de Salvo sarebbe (stata) la prima ripescata. In città i tifosi sui social network e sui siti “amici” sono già sul “piede di guerra” con la Lega di B, in quanto non concepiscono la possibilità che si possa disputare una serie B con un club che riposi ogni giornata. Ovviamente i tifosi azzurri fanno così in quanto sono i primi coinvolti, poiché la società è la prima ripescabile ma molti sanno che gli sforzi saranno inutili ed il club disputerà la prossima Lega Pro unica. E in cadetteria magari la squadra ci ritornerà con le proprie forze già il prossimo anno calcistico.

Tornando al calcio giocato, domani entro le ore 18 i giocatori convocati da mister Domenico Toscano dovranno trovarsi a Novarello per l’inizio del ritiro: i giocatori e lo staff tecnico pernotteranno a  Granozzo e giovedì e venerdì si recheranno per effettuare le visite mediche presso il Centro Universitario di Verano Brianza. Sabato 19 inizierà il ritiro vero e proprio.

Felice EvacuoDomani ci saranno i neo acquisti Felice Evacuo e Simone Corazza. Non sono stati convocati Marco Rigoni e Alessandro Bastrini: sul centrocampista padovano di parla di un possibile inserimento in società per la parte marketing (il giocatore ha un anno di contratto), mentre sul difensore ossolano si profila il trasferimento a Terni alla corte di Attilio Tesser. Per la prima volta dopo sette anni non si presenterà al raduno Raffaele Rubino, il cui contratto è scaduto il 30 giugno scorso e a cui non è stato rinnovato. Non è stato rinnovato il contratto anche a Francesco Marianini, che ripartirà da un club toscano di Lega Pro la sua ultima parte di carriera, vicino a casa e a Matthias Lepiller. Il centrocampista ex Empoli ha lasciato un accorato saluto di ringraziamento a tutti i tifosi sulla pagina ufficiale del sito del Novara e molti suoi (ex) compagni hanno fatto altrettanto. Si presenteranno al raduno anche cinque giocatori della (ex) Primavera, tutti i giocatori in prestito che hanno giocato “fuori” lo scorso anno e la tutta la rosa dello scorso anno, al “netto” dei prestiti.

Come riporta il sito ufficiale della società Novara Calcio (www.novaracalcio.com), questo è l’elenco dei convocati per il ritiro:

Portieri 
Lorenzo Montipò , Allan Ezequiel Martinez , Enrico Tonozzi , Tomas Kosicky 
Difensori 
Mustapha Beye, Lorenzo Dickmann, Carlalberto Ludi, Lorenzo Del Prete, Francesco Vicari, Simone Salviato, Christian Jidayi, Romano Perticone, Andrea Peverelli , Ioannis Potouridis  
Centrocampisti 
Daniele Buzzegoli, Paolo Faragò, Lorenzo Galassi, Gabrielius Judickas, Giorgos Katidis, Flavio Lazzari, Francesco Parravicini, Simone Pesce 
Attaccanti 
Alain Baclet, Pablo Andres Gonzalez, Alberto Libertazzi, Jacopo Manconi, Felice Evacuo, Simone Corazza, Nico Schiavi , Filip Pivkovski