VERONICA D’AVOLIO “MISS”, IL SUO PERCORSO, LE AMBIZIONI, L’UMILTA’ CHE CONTRADDISTIGUE IL SUO ESSERE DONNA

Condividi sulla tua pagina social
VERONICA D'AVILIO MISS

VERONICA D'AVILIO MISS

Veronica  D’Avolio,  nata a Moncalieri ventun’anni fa, vive oggi a Chieri, cittadina alle porte di Torino.
Nella vita lavora come commessa di abbigliamento in città,  appassionata del mondo dello spettacolo.  “Fino a quando ero piccola mi dilettavo con il canto il ballo e la recitazione. Non c’è un’arte che prediligo sulle altre, ognuna di esse sa darmi qualcosa, un’emozione diversa. Ho iniziato a studiare danza all’età di 5 anni e continuo tuttora a farlo cosi’ come la recitazione. Credo invece di aver ereditato la bella voce dai miei genitori soprattutto mia madre e mio fratello maggiore Francesco appassionato di musica. Ho tre fratelli entrambi piu’ grandi per questo essendo la piccolina della casa, forse sono la piu coccolate e piu’ viziata ed è per questo che i miei genitori mi supportano e mi seguono ovunque approvando e comprendendo le mie scelte e la mia volontà di entrare a far parte del mondo dello spettacolo; sanno che la mia ambizione non è dettata dalla vanità o la presunzione, ma da un profondo senso di sacrificio e di lotta nell inseguire i proprio sogni! Finito il liceo linguistico e la maturità, ho cominciato a muovere i miei primi passi lavorativi nel campo dell’arte e ho cominciato a lavorare nei villaggi turistici come animatrice coreografa e istruttrice di danza. Per me, salire sul palco intrattenere le persone esprimere e far vedere quanto mi piace recitare una parte, fare cabaret o cantare, mi da un enorme senso di completezza, mi fa sentire viva!!
Per quanto riguarda i concorsi di bellezza ho cominciato l’anno scorso a 20 anni un po’ cosi’ per gioco, per conoscere nuove amiche e fare nuove esperienza e poi chi lo sà, anche per sperare in una bella occasione o un buon trampolino di lancio! Cosi’ ho cominciato le mie prime sfilate .Ammetto che ho sempre subito un certo fascino per la bellezza, l’essere femminile per una donna  è molto importante. Ogni donna pero’, a suo modo, deve saper interpretare se’ stessa e puntare a cio’ che sa’ far meglio. Infatti la mia ambizione è solo una: quella di intraprendere la carriera di attrice cinematografica o teatrale. Per ore le mie esperienza, oltre il continuo studio sono poche… Sono stata protagonista di molti musical tra cui i piu classici come: “Grease” o “Cats”. I musical sono un’altra mia passione. Amo sapere di essere completa, poliedrica, di saper far tutto! La mia attrice preferita è senza dubbio Giulia Michelini bravissima attrice italiana. La trovo molto naturale, è  semplice non ha bisogno di trucchi o inganni lei saprebbe recitare anche in pigiama. E’ convincente in tutti ruoli, affascina con il suo modo di recitare seduce lo spettatore.
Ritornando ai concorsi di bellezza nell’estate 2011 mi presentai ai casting di Miss Italia. Lo vedevo come un concorso importante mi avrebbe reso fiera di me stessa poterne far parte! E ci sono riuscita passando dalle selezioni provinciali a quelle regionali. Purtroppo pero’ il concorso si concluse alla fasce regionale in quanto non riusci’ a guadagnarmi abbastanza punti per partecipare alla semifinale nazionale! Durante quell’estate ho continuato a sfilare anche per molti altri stilisti emergenti quali Daniele Messina e Donna di Cuori. Quest’ultime passerelle mi hanno fatto bene. Mi hanno insegnato a saper sfilare nel modo giusto e ad avere consapevolezza del mio corpo! Ho capito che per convincere una giuria, un pubblico, bisogna essere sicuri di se stessi e non mostrare la minima timidezza o insicurezza perchè le persone che ti guardano se ne accorgono!
Arriviamo al concorso che mi ha dato piu soddisfazioni in assoluto: sto parlando di Miss Padania. Cominciai a luglio dell 2011 in concomitanza con quello di Miss Italia. Subito mi accorsi di aver trtovato un ambiente stupendo, fatto di persone vere e soprattutto senza trucchi ne imbrogli con un organizzatrice fantastica e sempre presente! Il gruppo delle ragazze, era un gruppo unito che ha sempre gioito per le vittorie altrui contrariamente a quello che si pensa dei concorsi dove c’ molta competizione. Dalla seconda selezione fino all’ultima mi sono sempre guadagnata qualche fascia posizionandomi nei posti piu’ alti della classifica: a partire dai quarti posti fino a diventare Miss Padania. L’emozione piu’ grande l’ho avuta a gennaio quando in prima fila ci siamo ritrovati Umberto Bossi. Dopo le innumerevoli foto e gag fatte con lui non mi aspettavo assolutamente di guadagnarmi il secondo posto ed essere premiata dal Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota che, con tanto di fascia, mi premiò. Dopo quell’emozione venne quella più grande a Caluso dove vinsi la prestigiosa fascia della “Mia Miss”, che mi fece guadagnare immediatamente un posto per la semifinale nazionale che si svolgerà alla fine di marzo a Sestriere dove si vedranno protagoniste tutte le piu’ belle ragazze del Nord Italia. Non vedo l’ora di fare quest’ esperienza in quanto è la prima volta che sono una semifinalista nazionale per cui cercherò di dare il meglio di me e soprattutto di far vedere il mio talento artistico davanti alla giuria tecnica. Per adesso mi auguro solo di crescere come donna, oltre che a livello artistico e soprattutto l’unica cosa di cui ho la certezza è di non abbandonare mai i miei sogni e di lottare fino alla fine perchè credo che non mollare ripaghi tantissimo. E ringrazio di vero cuore chi crede in me e mi sostiene ma senza dubbio i miei genitori che con tanta pazienza mi supportano e mi accompagnano in queste esperienze di vita!”