VERSO IL NUOVO MERCATO COPERTO: IL COSTO DEGLI INTERVENTI

Condividi sulla tua pagina social

D-01 Progetto Pianta Piano Terra(1)

D-02 Progetto pianta piano interrato(1)-1

Attualmente il complesso mercatale versa in cattive condizioni manutentive generalizzate: la copertura in eternit presenta numerose lastre danneggiate con conseguente infiltrazione dell’acqua piovana all’interno degli spazi di vendita, la pavimentazione è in piastrelle di cemento (buona parte di queste sono danneggiate), i serramenti esterni in profilati metallici, non più originali, necessitano di una completa sostituzione, inoltre sono da completare le dotazioni di servizi igienici e mancano altri accorgimenti specifici per rendere la struttura adeguata alle normative vigenti.

Pertanto, il progetto, che congiuntamente al consolidamento statico della struttura vuole procedere con il recupero dell’immobile sotto il profilo architettonico e impiantistico, deve necessariamente affrontare il problema progettuale nella sua complessità e articolazione, in quanto solo in questo modo si riuscirà ad avere un’architettura organica, funzionale e razionale anche e soprattutto dal punto di vista distributivo e gestionale.

Sulla base di specifiche considerazioni elaborate dal Servizio Commercio, si è reso necessario procedere ad un aggiornamento di alcuni aspetti progettuali già previsti in sede di progetto preliminare, che hanno comportato l’inserimento delle seguenti modifiche:

I padiglioni da destinarsi ad attività mercatali sono stati ridotti a cinque (quelli corrispondenti alla parte di immobile compresa tra via Nazari e via Morera), mentre i primi tre padiglioni saranno destinati ad altra attività ancora in corso di valutazione da parte dell’Amministrazione Comunale.

In tutti i padiglioni saranno effettuati gli interventi di consolidamento strutturale e di sostituzione delle coperture, mentre gli interventi di finiture interne, pavimentazioni, serramenti, saranno realizzati esclusivamente sui 5 padiglioni destinati ad attività mercatale.

Per rispettare le normative igienico sanitarie dell’ASL e le normative di sicurezza dei Vigili del Fuoco, i cinque padiglioni saranno divisi in tre compartimenti, con la realizzazione di murature REI (tagliafuoco) tra il 2° e il 3° padiglione e tra il 4° e il 5° padiglione.

Al fine di rispettare le normative di sicurezza richieste dai VV.F. ed evitare che vi siano comunicazioni tra attività non pertinenti attraverso passaggi coperti, sono state modificate le vie di accesso su via Morera, prevedendo compartimentazioni REI 120 a separazione dei primi tre padiglioni dai rimanenti cinque destinati a sede delle attività mercatali, con la variazione degli attuali accessi; si precisa che le modifiche relative a questo punto sono realizzate su una parte di edificio costruita negli anni 1985/1986.

Per liberare spazio nelle corti, consentire una miglior leggibilità degli elementi architettonici e facilitare le operazioni di carico/scarico delle merci, tutti i servizi igienici ora presenti nei box prefabbricati e quelli previsti nei precedenti elaborati progettuali saranno spostati al piano seminterrato, consentendo una migliore gestione delle condizioni igienico sanitarie con l’accorpamento degli impianti.

Gli interventi di consolidamento strutturale saranno eseguiti sull’intero immobile, così come la sostituzione della copertura, intervento strettamente correlato a quello di carattere statico; invece, le altre lavorazioni previste saranno esclusivamente eseguite sulle superfici di vendita che avranno destinazione mercato, quindi al piano terra dei padiglioni nn. 4, 5, 6, 7 e 8 ed a limitati interventi nel piano seminterrato (locali tecnici e servizi igienici).

Nella definizione della strategia di programmazione degli interventi ormai non più procrastinabili, considerato l’importante ruolo di servizio a carattere sociale che riveste la struttura mercatale e il rilevante numero di operatori commerciali che qui esercitano, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno procedere con un intervento strutturato in modo tale da poter garantire la continuità del servizio commerciale ed al contempo lo spostamento di operatori, per il minor tempo possibile.

Per quanto riguarda la parte strutturale, come già descritto, si è proceduto con specifico incarico a professionisti esterni nell’anno 1997; successivamente è stato redatto e consegnato il progetto esecutivo delle sole opere strutturali nell’anno 2009, motivo per cui, nella presente redazione progettuale, si è reso necessario procedere ad un aggiornamento delle voci di elenco prezzi e di computo metrico della parte strutturale per renderlo coevo agli altri documenti progettuali.

Le conseguenti modifiche hanno comportato un aggiornamento del quadro economico precedentemente approvato, come risulta nel relativo capitolo della presente relazione.

Pertanto, per quanto riguarda la parte strutturale, trattandosi di appalto integrato che prevede la redazione del progetto esecutivo architettonico e impiantistico a carico della ditta appaltatrice, si precisa che saranno pure a carico della ditta appaltatrice l’eventuale l’aggiornamento dei calcoli strutturali che si rendesse necessario a seguito dei sopravvenuti provvedimenti legislativi relativi alle norme tecniche sulle costruzioni.

Per quanto riguarda le indicazioni strutturali, trattandosi di un complesso architettonico di notevole interesse dal punto di vista storico per la particolarità costruttiva, con ampi arconi realizzati con tavelle che conferiscono al complesso una estrema “leggerezza” costruttiva, si è cercato, congiuntamente agli strutturisti incaricati, di effettuare un intervento di consolidamento che fosse il più possibile rispettoso dell’esistente.

Pertanto, di comune accordo con la Soprintendenza, sono stati progettati grandi arconi metallici in affiancamento all’attuale struttura in laterizio che “aiutano” la struttura esistente, consentendole di rispettare i parametri legislativi relativi ai sovraccarichi accidentali.

Dal punto di vista strutturale sono stati previsti i seguenti lavori:

  • il consolidamento degli arconi, dei pilastri di sostegno degli arconi fino alle relative fondazioni, delle travi di compluvio, del solaio di calpestio e delle fondazioni
  • l’idonea protezione alla carbonatazione di tutte le strutture in cemento armato
  • il controllo puntuale di tutti gli elementi in laterizio per ovviare a possibili distacchi, ed il controllo della geometria dei nodi, con la precisazione che gli elaborati dovranno essere verificati ed eventualmente aggiornati in funzione delle nuove norme tecniche sulle costruzioni.

L’intervento strutturale comporta un conseguente adeguamento di tutti i serramenti perimetrali, in quanto gli elementi alla base degli arconi di consolidamento vanno ad interferire, al piano di vendita, con gli stessi serramenti.

Ne consegue la necessità di modificare il disegno del serramento, ora rettilineo e ubicato sul filo interno, spostando le due ante alle estremità di ogni campata sul filo esterno, mantenendo comunque una campitura e un disegno architettonico che restituisce una leggibilità degli elementi così come in origine.

Questa soluzione è stata studiata di comune accordo con la Soprintendenza, che in merito ha espresso parere favorevole.

Inoltre vengono richieste opere di notevole importanza da realizzarsi sulle strutture mercatali esistenti per l’adeguamento normativo degli spazi destinati agli operatori alimentari presenti; il progetto di messa a norma prevede in sintesi i seguenti interventi:

  • pavimentazione compatta e lavabile
  • scarichi fognari e raccordo acque piovane
  • allacciamenti idrici di erogazione e scarico acqua
  • realizzazione impianto antincendio
  • realizzazioni impianti di sicurezza e di illuminazione

Ed inoltre:

  • servizi igienici distinti per sesso con possibilità di accesso ai portatori di handicap
  • realizzazione di apposita area di stoccaggio rifiuti
  • altri interventi (predisposizioni impiantistiche, piattaforma elevatrice, …)

In sintesi, nel progetto di risistemazione complessiva dell’immobile, sono stati previsti, oltre agli interventi di consolidamento strutturale elaborati dai professionisti esterni incaricati, anche le seguenti lavorazioni:

  • Allestimento area di cantiere e formazione di ponteggi esterni compreso piani di lavoro, protezioni e ogni altro onere occorrente ed allestimento di cantiere comprendente la collocazione di una unità di decontaminazione oltre a tutto quanto richiesto dalla legislazione vigente in materia (intervento sugli otto padiglioni).
  • Interventi di consolidamento strutturale, che sinteticamente prevedono la realizzazione di micropali a consolidamento delle fondazioni, irrigidimenti dei pilastri del piano seminterrato e del solaio di vendita al piano terra, e la realizzazione di nuovi arconi metallici nei padiglioni in “affiancamento” a quelli esistenti. Si precisa che gli interventi di consolidamento saranno effettuati su tutti gli otto padiglioni.
  • Completa rimozione e smaltimento in discarica autorizzata del vecchio manto di copertura in eternit, attualmente in pessime condizioni manutentive, compreso il trasporto e lo smaltimento dei materiali alle discariche autorizzate e ogni onere relativo  (intervento sugli otto padiglioni).
  • Realizzazione di nuovo manto di copertura previa posa di idoneo strato isolante, sostituzione dei listelli e nuovo manto di copertura in lastre di alluminio centinate. (intervento sugli otto padiglioni).
  • Completa verifica delle guaine di copertura presenti sulle parti piane ed eventuale rimozione con smaltimento in discarica autorizzata e successivo completo rifacimento delle guaine. (intervento sugli otto padiglioni).
  • Verifica ed eventuale rimozione delle lattonerie esistenti compresa pulizia canali, converse ecc. ed eventuale rettifica e/o sistemazione e fornitura e posa in opera di lattoneria e realizzazione allacciamento fognario acque bianche. (intervento sugli otto padiglioni).
  • Realizzazione di nuova pavimentazione del piano di vendita in materiale lavabile ad alta resistenza al calpestio. Nei reparti alimentari ed ortofrutta saranno rivestite anche le pareti perimetrali dei singoli punti vendita. (intervento su cinque padiglioni).
  • Realizzazione di nuovi paramenti murari a chiusura degli spazi di vendita e specifici adattamenti in corrispondenza dei nuovi arconi di consolidamento (intervento su cinque padiglioni).
  • Sostituzione dei serramenti esistenti, in profili metallici e non più originali, con nuovi serramenti a profilo arrotondato antinfortunistico e vetrate laminate anch’esse antinfortunistiche nuovi serramenti a completamento superfici finestrate mancanti, lato piazzali. (intervento su cinque padiglioni).
  • Realizzazione di nuova scala di sicurezza su via Marconi.
  • Smantellamento dell’impianto elettrico esistente e realizzazione del nuovo impianto elettrico generale e dei vari punti vendita, comprensivo di relativo impianto di messa a terra e con completa sostituzione dei corpi illuminanti dei padiglioni. (intervento su cinque padiglioni).
  • Realizzazione nuovo impianto antincendio. (intervento su cinque padiglioni).
  • Realizzazione di linee di erogazione acqua potabile e dei relativi scarichi per i punti di vendita alimentari e ulteriori punti di erogazione per ortofrutta, comprensive delle relative opere edili, con verifica e revisione complessiva degli allacciamenti fognari acque nere.
  • Realizzazione di servizi igienici a norma, distinti per sesso ed utilizzabili anche da persone portatrici di handicap (localizzati nel piano seminterrato). Per permettere l’accesso ai disabili è prevista l’installazione di piattaforma elevatrice.
  • Verifica e ripristino dell’intonaco all’interno della struttura ed all’intradosso degli arconi e delle volte. (intervento su cinque padiglioni).
  • Tinteggiatura all’interno della struttura ed all’intradosso degli arconi e delle volte. (intervento su cinque padiglioni).

    IL QUADRO ECONOMICO E IL COSTO DEGLI INTERVENTI

    L’impegno economico approvato dalla Pubblica Amministrazione relativamente al Progetto Preliminare era stato riaggiornato con deliberazione G.C. 36/2012 per un importo complessivo di €. 9.200.000,00 comprensivi di IVA + imprevisti (art. 132 D.Lgs. 163 del 12/04/2006 e s.m.i.), + incentivo alla progettazione + oneri vari.

    L’importo netto dei lavori a base di gara d’appalto assomma a €. 7.915.000,00 (settemilioninovecentoquindicimila/00), comprensivo degli oneri della sicurezza.

    CENTRO DI RESPONSABILITA’ n° 39

    CAPITOLO DI BILANCIO n° 772900/99

    INTERVENTO n° 2090101

    FINANZIAMENTO: contributo regionale e mutuo

    Le cifre sono comprensive di tutti gli oneri di legge e dell’IVA eventualmente dovuta, ove non espressamente indicato.