“Wooooow! io e il mio futuro”.edizione 2016

Condividi sulla tua pagina social

img-20161103-wa000104.11.2016  Novara

“Wooooow! io e il mio futuro”: definito il programma dell’edizione 2016

Sarà intitolata “Verso l’industria 4.0. Le competenze necessarie domani” l’edizione 2016 di “Wooooow! io e il mio futuro”, l’iniziativa di orientamento per gli studenti delle scuole secondarie novaresi ideata e organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’Associazione Industriali di Novara in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e le principali istituzioni del territorio, tra cui Comune, Provincia e Camera di Commercio, che è in programma da giovedì 10 a sabato 12 novembre nella Sala Borsa di Piazza Martiri, a Novara.

«Il programma – spiega il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Ain, Luca Ponzio – è ormai definito e conterrà una articolata serie di proposte che siamo certi incontreranno l’interesse degli studenti novaresi, dei loro insegnanti e delle loro famiglie. Rispetto alle precedenti edizioni abbiamo dovuto “allungare” di un giorno l’evento per riuscire a ospitare tutte le iniziative previste, tra cui un importante convegno sull’alternanza scuola-lavoro che si terrà nel pomeriggio di venerdì 11. Durante le mattinate dei prossimi 10 e 12 novembre gli studenti potranno dialogare, anche attraverso un’apposita “rete” di instant messaging, con i relatori dei 18 workshop complessivamente in programma e partecipare ai 24 laboratori situati al primo piano, che verranno replicati a intervalli di mezz’ora per consentire a tutti di acquisire informazioni utili anche attraverso esperienze dirette».

Il programma di giovedì 10 novembre, che dalle 8,30 alle 12,30 vedrà protagonisti gli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole superiori, propone nove workshop interattivi di circa un quarto d’ora l’uno, intitolati “Le competenze di domani”, “Il linguaggio dei leader”, “Sperimentiamo come si lavora in team”,  “Nella vita… come nello sport”, “L’esperienza insegna… L’importanza delle esperienze lavorative nel percorso di formazione”, “Se voglio crescere devo imparare a gestire le persone”,  “La creatività mantiene… i giovani”, “Alla “ricerca” di soluzioni…”. La mattinata si concluderà con la presentazione dei risultati di un innovativo test di analisi e rielaborazione di un testo letterario attraverso Twitter che si sarà svolto, parallelamente ai lavori, nelle ore precedenti.

Al piano superiore del salone Borsa si svolgeranno i 12 “Lab” interattivi, coordinati dagli esperti di aziende, istituzioni e Forze dell’ordine, che saranno dedicati ai seguenti temi: “Il colloquio di selezione”, “Come scrivere un Curriculum Vitae vincente”, “Digital reputation e social network”, “Multimedialità interattiva e realtà virtuale”, “Salute e sicurezza sul lavoro – Alcool test”, “Taste your talent”, “‘Jo sòc geòmetra, que vol dir sintètic’ – Antoni Gaudì”, “E-commerce interactive game”, “Banca e imprenditoria”, “Enartis: l’arte dell’enologia”, “Una formazione su misura per te” e “Ricerca attiva nel web: Italia ed estero”.

«Venerdì 11 – prosegue Ponzio – l’evento farà una pausa al mattino, perché molte scuole sarannno impegnate con “Industriamoci”, la serie di visite guidate nelle Pmi del territorio promossa dal Comitato per la Piccola Industria dell’Ain, mentre nel pomeriggio i lavori saranno concentrati sulla tavola rotonda “L’alternanza scuola-lavoro in Piemonte: le Best practices dei Giovani Imprenditori” cui parteciperanno, oltre a esponenti dell’Ain e della Camera di Commercio, il vicepresidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Vincenzo Caputo, che presenterà la “Guida pratica all’alternanza”, l’assessore regionale all’Istruzione, Lavoro e Formazione professionale, Giovanna Pentenero, e il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Piemonte, Simone Ghiazza».

La mattinata di sabato 12 novembre, che sarà dedicata agli studenti di terza media e alle loro famiglie, propone workshop sulle competenze richieste nei prossimi anni, sull’importanza del lavoro in team, sul problem solving, l’intelligenza emotiva, la flessibilità, la libertà di pensiero, la collaborazione, la capacità di prendere decisioni, la leadership e la creatività: «tutte competenze – precisa Ponzio – che saranno importantissime anche nelle scelte dei più giovani, a partire da quella relativa al percorso di studi secondari superiori che si troveranno a dover compiere nei prossimi mesi».

Anche tutti i 12 “Lab” in programma il sabato mattina, curati direttamente dagli altrettanti istituti scolastici superiori cha hanno aderito a “Wooooow”, saranno caratterizzati da una dimensione pratica e interattiva, con titoli molto accattivanti: “Veloce come un treno: fisica ad alta velocità”, Giochi di laboratorio di scienze naturali”, “La didattica nella globalità dei linguaggi”, “Omar Technology”, “Hair Salon”, “Fashion: al passo con la moda!”, “Scopriamo il passato: un primo approccio con l’antichità”, “Il buongiorno si nutre dal mattino”, “De rerum natura – Sulla natura delle cose”, “Viaggiando scopriamo regioni e Paesi. Il piccolo imprenditore”, “Disegna il profilo del cielo” e “Psicologia e percezione: le illusioni percettive”.

«Anche l’edizione 2016 – conclude Ponzio – ha registrato un elevato numero di adesioni, tanto da parte di aziende, scuole e istituzioni quanto in termini di sponsorizzazioni. Il territorio Novarese crede molto nell’utilità di questa iniziativa e voglio ringraziare tutti i nostri partner per il prezioso contributo che ci hanno fornito: dai “main sponsor” come Cavanna, Comoli Ferrari, Divisione Banca Popolare di Novara del Banco Popolare, Esseco, Fondazione Banca Popolare di Novara per il territorio, Igor Gorgonzola e Mirato agli “sponsor” Cdc, Centro Europeo di Formazione, GI Group, Minerali industriali, TK e Ups, ai “technical sponsor” Iem Italia, Notarimpresa, Radio azzurra e Studio BIM, fino ad Adecco, Colines, Os3, Randstad, Scuola edile novarese e Studio Miazzo. Senza di loro, come senza il prezioso supporto dei giovani imprenditori dell’Ain, che si prodigano da mesi per organizzare l’evento, non saremmo riusciti a giungere al traguardo anche quest’anno».

Positivo anche il giudizio su “Wooooow 2016” da parte dei partner istituzionali: «l’amministrazione comunale di Novara – spiega il sindaco, Alessandro Canelli – ritiene che “Wooooow” sia fondamentale. In questo momento storico, caratterizzato soprattutto per i giovani dall’incertezza e dalla crisi del mercato del lavoro nel nostro Paese, riteniamo importantissima un’iniziativa che possa dare a quanti devono prendere importanti decisioni per la propria vita l’opportunità di poter compiere con cognizione di causa scelte che possano rivelarsi vincenti per il loro futuro. Un’iniziativa nella quale riteniamo che anche le istituzioni debbano avere, nell’ambito delle proprie competenze, un ruolo di partecipazione e condivisione. L’obiettivo dell’orientamento è quello di informare e fornire gli strumenti per poter arrivare, con consapevolezza e maturità, alla decisione più corretta. Pensiamo pertanto che “Wooooow” abbia da cinque anni  il merito di mettere in relazione il mondo della scuola non solo creando ponti al suo interno interno per quanto riguarda il percorso di studi dei giovani, ma anche quello di creare rete tra gli studenti, le imprese e il territorio: l’evento, infatti, non è e non sarà solo un insieme di workshop, laboratori e incontri specifici, ma, come sempre, si avvarrà delle testimonianze dirette di professionisti che sono attualmente inseriti con successo nel mondo del lavoro e che, forti della propria esperienza e del proprio percorso di studi e di lavoro, potranno fornire preziosi consigli ai ragazzi per le loro scelte».

«Le aspirazioni e i desideri dei nostri ragazzi – aggiunge il presidente della Provincia di Novara, Matteo Besozzi – si confrontano concretamente con il mondo del lavoro, con le aziende e con le professioni al momento più richieste. Questo è uno degli obiettivi principali di “Wooooow Io e il Mio futuro”, un importante momento dedicato all’orientamento scolastico, ma anche professionale. Una vetrina di reale incontro e confronto tra le famiglie, le scuole, le istituzioni e l’indotto economico produttivo presenti su tutto il territorio, al fine di dare spunti di riflessione ai genitori e ai ragazzi nella scelta del percorso formativo più indicato. La Provincia sostiene questa iniziativa organizzata dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’Ain come modello virtuoso di manifestazione che riesce concretamente a mettere in contatto domanda e offerta, proponendo una panoramica completa di tutte le occasioni di studio e professionali per i ragazzi delle medie e delle superiori».

Secondo il presidente della Camera di Commercio di Novara, Maurizio Comoli, «conoscere le dinamiche del mondo del lavoro e capire come affrontare al meglio le sfide di domani sono le principali opportunità che questa manifestazione offre agli studenti e alle loro famiglie. Molti ragazzi terminano le scuole superiori senza sapere quale università scegliere o se sia meglio intraprendere altri percorsi rispetto agli studi universitari. Dopo oltre un decennio passato sui banchi di scuola possiedono nozioni e sono allenati a superare test e prove, ma ignorano la realtà che li circonda, così come i propri punti di forza e di debolezza. In altre parole, manca la consapevolezza di chi si è, di cosa si vorrebbe fare e di quello che si può concretamente realizzare, consapevolezza che non si improvvisa, né acquisisce solo sui libri, ma si esercita e si sviluppa facendo, a conferma di quanto siano decisive, nel percorso di formazione, le esperienze lavorative svolte sul campo, che vengono richieste in oltre il 60% delle assunzioni previste in provincia di Novara per l’anno 2016».

«L’orientamento alla formazione e al lavoro per gli studenti – osserva il Presidente della Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio, Franco Zanetta – è di importanza fondamentale, non solo per la carriera scolastica e lavorativa dei giovani, ma anche in modo particolare per il corretto sviluppo e per le prospettive di crescita del territorio, in linea con le specificità dello stesso e con le tendenze evolutive dell’economia e dei mercati. L’iniziativa dell’Associazione Industriali di Novara è, dunque, quanto mai utile e opportuna; per questo motivo la Fondazione Bpn anche quest’anno ha stabilito di non far mancare il proprio sostegno».

«L’iniziativa – dichiara il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Novara, Giuseppe Bordonaro – è sempre estremamente importante per il territorio e di grande raccordo per tutte le istituzioni in merito all’orientamento scolastico e ai temi dell’alternanza scuola-lavoro. La “Buona Scuola” trova qui a Novara con questa manifestazione un’efficace ed efficiente applicazione. Non si può mancare a “Wooooow, Io e il mio Futuro”, anche perché il salone dell’orientamento di Novara è ormai uscito dai confini della città per assumere un carattere regionale e confidiamo, in un breve tempo, anche di carattere nazionale. Auspichiamo che “Wooooow” diventi per il NordOvest quello che “JobOrienta” rappresenta per il NordEst»