1994: l’alluvione che mise in ginocchio il Piemonte venerdì 7 novembre un incontro con gli studenti delle scuole medie di Borgomanero

Condividi sulla tua pagina social
alluvione 1994

alluvione 1994

Per ricordare quello che accadde agli inizi di novembre del 1994 in Piemonte, il comune di Borgomanero in collaborazione con i comuni del COM 1 della provincia di Novara (Boca, Briga Novarese, Cavallirio, Cressa, Cureggio, Fontaneto d’Agogna, Gattico, Grignasco, Maggiora, Prato Sesia, Romagnano Sesia) organizza per la giornata di venerdì 7 novembre un incontro con gli studenti delle scuole medie per ricordare la tragica alluvione e far conoscere la Protezione Civile dei comuni in cui vivono. Il programma prevede il ritrovo alle 9.45 all’auditorium del Liceo in via Aldo Moro a Borgomanero. Con l’ausilio di immagini e video si racconterà l’alluvione che devastò ampie aree del territorio piemontese (in particolare le province di Torino, Cuneo, Asti ed Alessandria) e, alla presenza del Prefetto Francesco Castaldo, l’intervento dei Sindaci e dei responsabili del sistema di protezione civile provinciale che illustreranno l’organizzazione di uomini e mezzi a tutela dei cittadini e beni nelle emergenze determinate da calamità naturali o da eventi umani. A seguire, attorno alle 12, gli studenti saranno condotti alla sede del Coordinamento Provinciale dei volontari di protezione civile di Gattico dove, potranno vedere gli automezzi in dotazione e le attrezzature usate nelle situazioni di emergenza dai volontari, dividendo con loro il pranzo nelle tende appositamente allestite, serviti dalla cucina da campo messa in funzione per l’occasione. La visita si concluderà intorno alle 14.00/14.30. Ai presidi delle scuole secondarie di primo grado di Boca, Borgomanero, Fontaneto d’Agogna, Gattico, Grignasco e Romagnano Sesia è stato esteso l’invito a partecipare e ad inviare una rappresentanza di studenti (una classe per istituto).