A.N.P.A.N.A. NOVARA – LE GUARDIE ECOZOOFILE ATTIVISSIME SUL TERRITORIO

Condividi sulla tua pagina social

Emanuela Zonca - Presidente A.n.p.a.n.a. Novara
Emanuela Zonca – Presidente A.n.p.a.n.a. Novara

Si è tenuto nel Comune di Novara presso Hotel la Bussola il convegno “ illustrazione della legge di ratifica della convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia.”

 

 

Unitamente alla presenza dell’On. Gianni Mancuso che ha illustrato i principali aspetti della ratifica erano presenti anche le Associazioni Enpa, Leal e  A.N.P.A.N.A Novara rappresentata quest’ultima dal Presidente Emanuela Zonca in veste di relatore. Marcello Barberis e Riga Francesca hanno voluto organizzare il convegno con lo scopo di Sensibilizzare sulle politiche comunitarie relative alla protezione degli animali ed al loro benessere. Il presidente A.N.P.A.N.A Novara si ritiene soddisfatto della ratifica in quanto chi maltratta gli animali da compagnia o li uccide finirà finalmente in galera. Stop ai traffici illeciti , importazioni clandestine, violenze, combattimenti e sevizie. Si tratta di una Legge di grande civiltà! Sono stimate in circa 7 milioni le famiglie italiane che vivono con un animale da compagnia. Per loro si spendono ogni anno 4,7 miliardi di euro, tra cui 2 miliardi solo per i veterinari, 1,2 miliardi per il cibo, 580 milioni per i farmaci, 450 milioni per  gli “accessori” cuce e guinzagli. Continua Emanuela Zonca” alcuni punti focali della ratifica sono: l’aumento delle sanzioni in caso di animali uccisi o maltrattati che abbiano meno di 12 settimane di vita; le sanzioni con multe da 3000 a 15000 euro e reclusione da 3 a 15 mesi per chi maltratta cani e gatti. Per il traffico illecito di cuccioli si sancisce il carcere da 3 a 12 mesi e sanzioni come sopra”. Le Guardie Ecozoofile Volontarie dell’ A.N.P.A.N.A, in tutta Italia, si cimentano nella ricerca di traffici illeciti di cuccioli, spesso stipati in mezzi di trasporto provenienti dall’Est Europeo. Arrivano senza identificazioni, spesso malati o maltrattati. Gli animali sono considerati oggetti e non esseri viventi e senzienti. Questo traffico produce un business illegale stimato in 300 milioni l’anno. Emanuela Zonca ricorda, infine, che le sofferenze inflitte agli animali possono essere sia fisiche che psicologiche; proprio per questo le Guardie Ecozoofile dell’A.N.P.A.N.A sono anche presenti nelle scuole con la didattica zoofila per infondere nei bambini il senso di rispetto dell’etologia dell’animale. L’interazione tra gli uomini, l’ambiente e gli animali è importante poiché anche loro soffrono di solitudine e di stress e di abbandono. La nuova norma impone un codice comportamentale ed etico e rafforza le norme già sancite dal codice penale.