Ancora due “fumate nere”: il Presidente della Repubblica sarà eletto con almeno 505 voti

Condividi sulla tua pagina social

by Simone Balocco

bandiera repubblicaIl XII Presidente della Repubblica sarà eletto con la maggioranza assoluta dei voti dei Grandi elettori. Questo è il “telegramma” che arriva alla Nazione alla luce della terza elezione del Capo dello Stato, in quanto le due votazioni di oggi (ore 09:30 e ore 15:30) hanno sancito un nulla di fatto e da domani basteranno 505 voti per eleggere l’erede di Giorgio Napolitano, in quanto le prime tre votazioni richiedevano la maggioranza relativa dei votanti, ovvero 673 preferenze.

Calando di 168 voti, sarà più facile (in teoria) eleggere il nuovo Presidente, ma la storia insegna che solo in tre casi si è arrivati alla quarta votazione. Sono stati eletti al quarto scrutinio Luigi Einaudi, Giovanni Gronchi e, per la prima volta, Napolitano.

Questo è stato il resoconto della seconda chiamata

Totale elettori 1009

Totale Elettori presenti 953

Totale votanti 953

Quorum richiesto 673 voti

Voti dispersi 143

Schede bianche 531

Schede nulle 26

Ferdinando Imposimato 123 voti

Vittorio Feltri 51

Luciana Castellina 34

Emma Bonino 23

Stefano Rodotà 22

Claudio Sabelli Fioretti 14

Marcello Gualdani

Giuseppe Pagano 7

Santo Versace 6

Romano Prodi 5

Paola Severino 5

Sergio Mattarella 4

Giancarlo Sangalli 4

Antonio Razzi 4

Ezio Greggio 3

Ignazio Messina 3

Mauro Guerra 3

Pier Luigi Bersani 2

Lucio Barani 2

Luciano Cimmino 2

Anna Finocchiaro 2

Franco Frattini 2

Agostino Marianetti 2

Carlo Scognamiglio 2

Questo il verdetto dello scrutinio di oggi pomeriggio

Totale elettori 1009

Totale votanti 969

Totale schede 969

Quorum richiesto 673 voti

Voti dispersi 70

Schede bianche 513

Schede nulle 27

Ferdinando Imposimato 126 voti

Vittorio Feltri 56

Luciana Castellina 33

Emma Bonino 23

Stefano Rodotà 22

Lucio Barani 21

Giuseppe Pagano 11

Claudio Sabelli Fioretti 8

Marco Gualdani 7

Mauro Guerra 5

Francesco Guccini 4

Luigi Manconi 4

Sergio Mattarella 4

Giovanni Malagò 3

Ignazio Messina 3

Antonio Palmieri 3

Angelo Perrino 3

Romano Prodi 3

Ernesto Abaterusso 2

Pier Ferdinando Casini 2

Michele Emiliano 2

Franco Frattini 2

Ezio Greggio 2

Luigi Marino 2

Vincenzo Olita 2

Antonio Razzi

Pasquale Sollo 2

Andrea Vecchio 2

Domani potrebbe essere il momento utile per eleggere Sergio Mattarella, politico di lungo corso ed attualmente giudice costituzionale, indicato da molti come il candidato ideale da eleggere con almeno 505 voti.

La prima “chiama” domani sarà alle ore 09:30 con i Grandi elettori che torneranno nei “catafalchi” e cercare di eleggere il dodicesimo inquilino del colle più alto di Roma, il Quirinale.