ASYSTEL: SUCCESSO AL TIE-BREAK CONTRO LA LIU-JO MODENA

Condividi sulla tua pagina social

Le Asystelle brillano a Modena: successo al tie-break contro la Liu-Jo delle tante ex

volley

volley

LIU-JO VOLLEY MODENA – ASYSTEL VOLLEY NOVARA 2-3 (22-25, 25-19, 20-25, 25-20, 12-15)

LIU-JO VOLLEY MODENA: Marinkovic, Croce (L), Valeriano, Paggi 1, Barazza 10, Partenio, Aguero 21, Harmotto 19, Barboza 10, Rinieri 14, Mari 4, Ciabattoni ne. All. Cuccarini.

ASYSTEL VOLLEY NOVARA: Frigo 16, Viganò 9, Bechis 3, Barcellini 10, Sansonna (L), Camera, Barun 14, Folie 14, Horvath 14, Zardo ne, Veljkovic ne. All. Caprara.

Si apre con un grande successo esterno sul campo della Liu-Jo Modena il 2012 delle asystelle di Gianni Caprara, capaci di centrare due punti pesanti in casa delle emiliane tra le cui fila militano tante ex asystelle (Aguero, Barazza, Paggi e Valeriano) al termine di due ore e mezza di vera battaglia.

Con Veljkovic ancora out, l’Asystel va in campo con Bechis in regia e Barun opposta, Frigo e Folie al centro, Viganò e Horvath in banda e Sansonna libero. Tra le padrone di casa, Aguero opposta a Mari, Partenio e Rinieri in banda, Harmotto e Barazza al centro e croce libero.

Avvio di partita di marca novarese, con le asystelle avanti 4-8 al primo tempo tecnico e Modena che rientra fino al 11-13, quando Cuccarini si gioca anche la carta Barboza in banda. Novara scappa via 12-18, trascinata da un muro stratosferico (saranno 9 le stampate messe a segno nel parziale) e dalla difesa, ma Modena reagisce e rientra, sul turno in battuta di Mari, fino al 21-22. Un errore in battuta e un muro, l’ennesimo, lanciano la volata biancorossa fino al 22-25.

Lepre e inseguitore si scambiano i ruoli nel secondo set, quando è Modena a partire avanti 8-4 al tempo tecnico. Le padrone di casa transitano avanti anche al giro di boa (13-6), con Viganò che prova a trascinare le sue alla rimonta. Caprara prova la carta doppio cambio e inserisce Barcellini e Camera per Bechis e Barun, ma Modena non si ferma: prima allunga 22-15, poi chiude 25-19 con un errore in battuta di Horvath.

Nel terzo parziale è ancora la Liu-Jo a partire meglio: 3-1 sull’errore di Viganò, sostituita da Barcellini, e 8-5 al primo stop obbligatorio con Barboza a segno. Barcellini, appena entrata, firma il parziale dell’aggancio e trascina poi le sue al sorpasso, combinato in occasione del secondo timeout tecnico sul 13-16. Uno 0-4 delle asystelle chiude anticipatamente il set sul 13-20, il finale non riserva ulteriori sorprese e finisce 20-25.

Avanti testa a testa, con Novara che prova il primo allungo (6-8, poi 7-10) con i colpi di Barcellini e Folie. A riaprire il parziale e la partita è il turno in battuta di Barboza che propizia un 6-0 che vale il sorpasso sul 13-10. Modena allunga 16-11, Bechis in battuta ristabilisce le distanze ma un errore della palleggiatrice e poi un altro di Barun valgono il nuovo e decisivo allungo delle padrone di casa sul 22-18. Chiude i conti un errore in attacco di Horvath sul 25-20.

Il tie-break è “infuocato”: primo break di Harmotto a muro (3-1), Novara risponde, dopo aver ricucito lo strappo, sul turno in battuta di Frigo (forse la migliore in campo con il 70% in attacco, 7 muri a segno e due ace) le biancorosse allungano da 6-6 a 6-9, passando avanti al cambio campo. Barazza a muro mantiene viva la Liu-Jo, Viganò scappa ancora 9-12 ma è un suo errore a riaprire i giochi, con Caprara che chiama timeout sul 12-12. Il finale, però, è tutto targato Asystel: 0-3 di parziale e tie-break in archivio 12-15.

Per le asystelle si tratta del terzo successo in altrettanti confronti con la Liu-Jo Volley Modena, cui rimane il “contentino” del primo punto messo a segno sul campo contro l’Asystel Volley. Prossimo appuntamento per l’Asystel, la sfida di domenica sera (20.30) contro il Chieri dell’ex Beltrami.