Biella per Amatrice, due serate di musica e solidarietà

Condividi sulla tua pagina social

Due serate di musica e spettacolo con un solo scopo: contribuire alla ricostruzione di una borgata distrutta dal terremoto. È questo l’obiettivo di Biella per Amatrice, la manifestazione solidale inserita nel programma di Natale nel cuore di Biella. Dopo l’appuntamento di martedì 13 al Biella Jazz Club, anche i due eventi in programma nel fine settimana metteranno al centro la musica.
Sabato 17 sarà il nuovo spazio Hydro (nell’area della fondazione Pistoletto in via Serralunga) a ospitare una lunga serata in cui le esibizioni dal vivo si alterneranno ai dj set. Si comincia alle 19, con aperitivo e cibo a disposizione per chi arriverà più presto. Si comincerà con la selezione musicale di Sala Macchine e il dj set di Tagliola vs Marco Pagliaccio. Dalle 21 spazio al live con le esibizioni di Lacci, Marella Motta, 1984 e Dagomago. A seguire ancora un dj set con Ruuumbabox.
Domenica 18 la festa si trasferisce al teatro Sociale Villani per il Galà per Amatrice. Il programma, a partire dalle 20,30, vedrà salire sul palcoscenico Rewind Band, Arqueblues, Bigo, Cookies Trio, Entropia, la scuola di danza Intrecci d’Arte, il Biella Gospel Choir e i musicisti del Biella Jazz Club. Tra un’esibizione e l’altra, testimoni oculari della tragedia del sisma porteranno i loro racconti dal Lazio ferito. Tra questi anche il fotografo Damiano Andreotti che mostrerà le immagini scattate ad Amatrice. Guideranno i presentatori Cristiano Gatti e Andrea Morabito.
Entrambe le serate sono a ingresso libero, ma si raccoglieranno offerte per rimpolpare la sottoscrizione. L’associazione 10 Agosto è la destinataria dei fondi: il suo progetto riguarda la frazione Rio e Villa San Lorenzo di Amatrice, sede della festa patronale che ogni estate richiama “a casa” anche gli amatriciani di origine che vivono lontano. Tutto è andato distrutto, dalle abitazioni alle attrezzature che servivano a organizzare quella festa. L’obiettivo è di rifarla comunque, anche nell’estate 2017, magari con i primi cantieri della ricostruzione già aperti. Il conto corrente per sostenere il progetto ha l’Iban T73 C083 2773 4700 0000 0005 149.