BODY ART A LEGNANO: PROTAGONISTA LA DONNA

Condividi sulla tua pagina social

Con il talento dell’italo-ucraina Natali Grunska, un salto nel passato nella città del Carroccio

A Legnano, nel milanese, la festa della donna si celebra con la body art. Ad esaltare i corpi di due avvenenti modelle, trasformate per l’occasione in perfette amazzoni, ci ha pensato la pittrice italo-ucraina Natali Grunska, 31 anni, varesina d’adozione, ospite dell’ultima iniziativa organizzata dalla Contrada San Bernardino. Bacco e Venere ovvero grappa e arte protagoniste dell’insolita serata dedicata al gentil sesso, realizzata in collaborazione con Anag (Associazione nazionale Assaggiatori Grappe) Varese, nella città del Palio. “Ho voluto interpretare il ruolo della donna in modo diverso – spiega Natali Grunska  – con una certa ironia ma anche con la consapevolezza di chi sa che le conquiste dell’universo femminile fanno parte della storia. Una storia che continua e che ci chiama a superare nuove sfide, nel lavoro e nella famiglia come nel campo dell’arte e nello spettacolo. Non c’è niente di facile o di scontato”. Natali Grunska non è nuova ad iniziative in grado di unire l’arte al gusto: numerose, negli ultimi mesi, le performance realizzate in Italia e all’estero, tra cui la partecipazione ad eventi legati a Miss Italia ed esibizioni a Kiev e New York. “Essere donne è sempre difficile – confida Natali, affermatasi in Italia con talento e sacrificio – lo è ancora di più quando si è giovani e artiste. Ecco perché ho voluto rappresentare ironicamente la donna come una figura guerriera, pronta a lottare per la propria condizione con spirito battagliero e coraggioso. Realizzarsi è un’impresa che le donne sono chiamate a combattere quotidianamente”.