Carnevale novarese: momento di aggregazione per l’intera città

Condividi sulla tua pagina social

<<Siamo qui per presentare il ricco programma di appuntamenti che, come ogni anno, scandirà il Carnevale novarese, creando momenti di aggregazione per grandi e piccini. Un programma che anche l’Amministrazione vivrà in prima persona grazie al contagioso entusiasmo e al coinvolgimento che l’associazione culturale Re Biscottino di Novara onlus ha sempre saputo creare nella nostra città>>.

Il sindaco Alessandro Canelli e l’assessore alla Promozione della città Valentina Graziosi plaudono le iniziative previste dall’11 al 28 febbraio che li vedranno direttamente coinvolti nel pomeriggio dell’11 febbraio << nell’ambito del primo “atto” ufficiale del Carnevale novarese, ovvero la consegna delle chiavi della città durante la cerimonia prevista nel pomeriggio in piazza Duomo. In questa sede – rimarcano il sindaco e l’assessore – intendiamo ricordare l’impegno dell’associazione culturale Re Biscottino di Novara onlus e del suo presidente Sandro Berutti, che riescono ogni anno a organizzare un evento che non delude mai e grazie al quale la nostra città diventa punto di riferimento anche per il resto del territorio. Ci preme inoltre ricordare che il Carnevale novarese non è solo quello che è sotto gli occhi di tutti e che avviene nelle strade: da sempre, infatti, gli organizzatori raggiungono i bambini nelle scuole della città, rafforzando con la loro presenza l’attività didattica, e – opera ancor più meritoria – gli anziani ricoverati nelle case di riposo, ai quali Re Biscottino, la Regina Cunèta e la loro Corte regalano sempre qualche momento di allegria e spensieratezza. La nostra Amministrazione non può pertanto che essere riconoscente nei confronti di chi lavora, su diversi fronti e con grande impegno e costanza, a favore di Novara>>.