Continuano i servizi sperimentali di controllo della Polizia di Stato nei confronti dei conducenti alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Condividi sulla tua pagina social

poliziastradaleNella notte tra sabato 18 luglio e domenica 19 luglio, sono stati nuovamente effettuati  controlli effettuati dalla Squadra Volante della Questura e dalla Polizia Stradale, coadiuvati dal personale Sanitario della Polizia di Stato per contrastare, oltre al fenomeno della guida sotto l’influenza di sostanza alcoliche,  anche quello correlato alla guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Questa volta i posti di controlli sono scattati nella zona di Arona, dove stanotte è entrato in azione il “Droga-Test”.

Come noto, l’obiettivo è  quello di porre valido contrasto alla guida sotto l’effetto di stupefacenti.

Come noto, a livello nazionale, l’attività di controllo sul territorio ha avuto inizio il 29 maggio e andrà avanti, con cadenza settimanale, per  un periodo di 3 mesi.

Nel corso dei servizi mirati della Polizia di Stato, svolti con medici e sanitari delle Questure e personale della Polizia Stradale, vengono utilizzati strumenti precursori e relativi kit diagnostici per il controllo preliminare della presenza di stupefacenti, donati dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, che consentiranno di controllare circa 1800 conducenti.

Ecco i risultati dell’attività di stanotte:

  • 112 persone controllate, di cui 69 conducenti di veicoli;
  • 2 neopatentati risultati positivi per il consumo di alcol e per i quali è scattato il ritiro della patente ex art. 186bis, comma 2;
  • 3 soggetti sottoposti al “Droga-test”, dei quali 1 risultato positivo.

Nell’ambito della provincia di Novara, sotto il profilo infortunistico, emerge chegli incidenti rilevati dalla Sezione Polizia Stradale nel 2014 nella provincia  e sulle Autostrade di competenza, A/4 TO-MI ed A/26,  sono stati in tutto 949. Fra i 1.161 conducenti rimasti coinvolti, 80 sono risultati positivi; di questi 64 per abuso di sostanze alcoliche e 16 per assunzione di stupefacenti, con una percentuale di positività pari al 5,131%.