“D33 Village”: per Expo 2015 si punta su enogastronomia e idrovia

Condividi sulla tua pagina social

delegazioneC’era anche la Provincia di Novara al convegno “D33 Village Verbania” venerdì scorso per presentare il Progetto di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 “Intrecci sull’acqua, il recupero dell’Idrovia Locarno-Milano-Venezia”.

L’iniziativa rientra tra le attività di Marketing Territoriale previste dal progetto “DISTRETTO33: un progetto per il 2015”, attualmente in via di sviluppo nell’area compresa fra Rho Milano, sede della prossima Esposizione Universale Milano EXPO 2015, e Domodossola, porta di ingresso da chi proviene dal centro Europa.

E ancora una volta è stata l’Idrovia ad essere evidenziata come mezzo di collegamento tra Lago Maggiore ed Europa così come è lo stato il Sempione, nella storica edizione dell’Esposizione Internazionale di Milano del 1906, a consentire finalmente il raggiungimento della Svizzera in treno partendo da Milano.

A presentare l’avanzamento del progetto Idrovia, che ha per capofila la Provincia di Novara e la Città di Locarno come partner svizzero, è stato il Vicepresidente della Provincia di Novara, Luca Bona di fronte ad una platea di industriali, imprenditori e rappresentanti di molte delegazioni presenti: Indonesia, Ucraina, Zambia, Uruguay, Serbia, Libano, Romania, Yemen, Portogallo e Cinese.

Grande interesse al progetto è stato manifestato dallo Yemen, riconfermando la forte attrattiva dei Paesi arabi nei confronti dell’acqua e del suo utilizzo anche in relazione al trasporto. È stata invece l’enogastronomia il tema affrontato Bona con un incontro privato organizzato con  la delegazione Cinese, che ha espresso il suo interesse nel poter apprezzare vini e prodotti locali novaresi poco noti in Cina.

Durante la due giorni di convegno l’Assessorato al Turismo ha potuto offrire la propria professionalità nella promozione del progetto e delle eccellenze turistiche del territorio raccogliendo grande interesse da parte dei rappresentanti delle delegazioni estere e partecipanti al convegno.

Due giorni di promozione turistica trainati dall’innovazione di un prodotto dal gusto europeo che ben si integra alla già nota destinazione turistica Lago Maggiore –  afferma il vicepresidente e assessore della Provincia di Novara  Luca Bona – oggi le delegazioni che abbiamo incontrato ci hanno confermato che il “prodotto idrovia”, con la sua storia e i luoghi che tocca può fare la differenza orientando la curiosità dei visitatori, quindi un traino per l’economia turistica, culturale ed enogastronomica: proprio quello che abbiamo sempre cercato di promuovere con il nostro lavoro”.