Dall’Amministrazione Comunale: “Facciamo luce… sulla pubblica illuminazione “

Condividi sulla tua pagina social

Investiti col Piano delle Opere Pubbliche un milione e mezzo di euro per combinare sicurezza e risparmio

images«Con il ritorno dell’ora solare, previsto per l’ultimo fine settimana di ottobre, è bene fare il punto sulla situazione della Pubblica Illuminazione cittadina – dichiara il Vicesindaco Nicola Fonzo – e sulla questione sicurezza».

«A partire dallo scorso febbraio è iniziata una nuova fase – prosegue Fonzo – che ha riguardato inizialmente la sperimentazione su 3 circuiti di illuminazione: grazie ad un nuovo quadro di comando, collegato per l’accensione e lo spegnimento dei punti luce ad un orologio astronomico, un campione dei 13596 punti luce della città viene acceso circa mezz’ora più tardi, per poi spegnersi con mezz’ora di anticipo. Questo accorgimento produce un risparmio del 5% sui consumi energetici. Un bene per l’ambiente e per le casse del Comune, che ci ha convinti a proseguire nel progetto».

La sperimentazione è stata estesa ad altri circuiti, gestiti con sistemi temporizzati, sino a giungere ad un totale di 25 impianti interessati. Questi si trovano in via Premuda, Via Giusti, Parco Terdoppio, Visintin, Cavalcavia San Martino, Via Sconfietti, Via Regaldi, Via Fogazzaro, Via Odescalchi, Via Poerio, Via Aosta, Parco delle Betulle, Via Sant’Adalgiso, Corso Trieste, Via Carestia, Parco Via Dominioni, Piazza Della Repubblica, Via Spreafico, Via Perazzi, Viale Roma, Via Padova, Via Tadini, Viale Ferrucci, Castello Sforzesco, Via Beltrami, Via Montello, Via Giusti, Via Gatti, Via Avogadro, Via Mossotti, Corso Cavallotti, Corso Vercelli, Via Casorati, Strada Re, Corso Della Vittoria, Piazza Alla Chiesa Lumellogno, Strada Gallina, Piazza Bicocca, Via Delle Rosette, Via Bovio (Parco), Via Concia, Parco Via Zara, Via delle Cicogne, Via Grosso, Viale Turati, Largo Bellini, Via Giannoni, Via Umbria, Corso Milano, Via Porta, Via Pacinotti, Parco della Mora Pernate, Via Pajetta parco del Valentino, Largo Cantelli, Via Della Noce, Via Galileo Galilei, Via Domenico Maria Da Novara, Piazza Puccini, Via Madonna del latte Gionzana, Piazza Martiri Lumellogno.

«Ricordo – riprende Fonzo – che abbiamo perseguito l’obiettivo del risparmio limitando gli orari di accensione senza arrivare, come altri enti sono stati costretti a fare, a spegnere completamente una serie di punti luce».

Ma la riduzione dei minuti di accensione non è che una delle strategie che il Comune sta adottando per favorire il risparmio. Il Piano delle Opere Pubbliche, recentemente approvato, prevede un milione e mezzo di euro da utilizzare nell’ammodernamento degli impianti.

«Ben 4000 punti luce – prosegue il Vicesindaco – sono interessati dalla sostituzione delle lampade a vapori di mercurio con quelle a LED, che garantiscono maggiore durata, più alta illuminazione, e forte risparmio».

«Un dato è importante sottolineare – conclude Fonzo – che ritengo molto significativo:  la media dei punti luce per abitante (129 ogni 1000 novaresi) a Novara è più alta in rispetto alla media nazionale e l’indice dei Kilowatt per abitante, vero indice di sicurezza a livello statistico poiché descrive l’illuminazione che è effettivamente a disposizione, è di 74. In Germania, per fare un esempio, tale media scende a 48».

«Rimane ancora molto da fare ma la direzione combinata verso il risparmio e la salvaguardia della sicurezza – chiosa il Vicesindaco – è quella giusta. Il tutto ribadendo che la situazione è attentamente monitorata e che alcune scelte potranno essere modificate qualora se ne verificasse la necessità».