Diversi arresti per spaccio di sostanze stupefacenti e altri reati ad opera della Squadra Volante della Polizia di Stato

Condividi sulla tua pagina social

Negli ultimi giorni, in particolare durante il weekend, si è registrata un’intensa attività della Squadra Volante della Questura, sia nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti, sia nell’ambito dei reati contro la persona ed il patrimonio.
Mercoledì 30 maggio gli Agenti traevano in arresto un cittadino italiano cinquantenne novarese, S.L., e due cittadini rumeni poco più che ventenni, N.C., e C.B. entrambi asseritamente residenti in Romania, per furto aggravato in concorso, in quanto venivano colti nell’atto di sottrarre del gasolio da un mezzo pesante che si trovava in sosta. A seguito della perquisizione effettuata nei confronti dei responsabili è emerso che gli stessi avevano con sé strumenti di effrazione e la dotazione necessaria alla raccolta del carburante. Tale attività repressiva risulta essere il risultato di intensi ed accurati controlli nelle zone di questo capoluogo ove si era manifestato il menzionato fenomeno criminale.
Sabato 2 giugno gli Agenti della Squadra Volante traevano in arresto P.F. cittadino italiano cinquantenne per stalking nei confronti della ex moglie G.C. e del suo compagno S.T.
Nello specifico, durante l’ordinario servizio di controllo del territorio, l’equipaggio della Volante notava nei pressi di Corso della Vittoria due autovetture ferme in strada, due uomini intenti a spintonarsi ed una donna rannicchiata in terra, visibilmente impaurita e colta da un isterico pianto. Intervenuti prontamente, i poliziotti dividevano le parti ed apprendevano che da tempo la donna, ma anche il suo nuovo compagno, erano stati oggetto di reiterate condotte moleste e violente da parte dell’ex marito che non aveva accettato la fine della loro relazione. La vittima aveva già sporto diverse denunce presso la Tenenza dei Carabinieri di Borgomanero. Pertanto i poliziotti procedevano all’arresto di P.F., il quale è a disposizione dell’A.G. in attesa di convalida.
Nella giornata di domenica 3 giugno gli Agenti della Volante arrestavano per detenzione ai fini di spaccio G.S. e G.S., padre e figlio, entrambi cittadini italiani, rispettivamente cinquantenne e trentenne.
In particolare, il padre veniva sorpreso in possesso di sostanza stupefacente del tipo marijuana, dunque i poliziotti intervenuti provvedevano ad effettuare una perquisizione personale estesa al suo luogo di residenza, dove era presente il figlio, già arrestato pochi giorni prima per il reato di spaccio e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Presso l’abitazione dei due si rinveniva altra sostanza stupefacente, 125.60 grammi del tipo “marijuana” . Entrambi sono a disposizione dell’A.G. in attesa di convalida.
Infine, nella giornata di venerdì 1 giugno la Squadra Volante, a seguito di un controllo, rintracciava E. P., trentenne albanese, a carico del quale emergeva un ordine di esecuzione della Procura della Repubblica con il quale si disponeva la sua traduzione presso la casa circondariale di Novara. L’uomo di fatto espulso dall’Italia nel 2012 era rientrato nel territorio nazionale in violazione del divieto di reingresso dei 10 anni previsti legge. In ragione della sua condotta dovrà scontare la pena di anni 1, mesi 5 e giorni 7 di reclusione.