Elena Ferrara: “tra Novara e Malpensa i 5 Stelle ignorano Galliate”

Condividi sulla tua pagina social

La Senatrice Ferrara, il consigliere provinciale Arturo Boccara e Giuliana Manica, dalla Regione, commentano la “suggestione” lanciata da Bono e Zacchero 

Elena Ferrara«Più che castelli in aria, quella del Movimento 5 Stelle sembra disinformazione pura; dalle dichiarazioni sulla Novara-Malpensa risulta evidente che non conoscano la materia». La senatrice democratica, Elena Ferrara, commenta così la suggestione lanciata dal consigliere regionale, Davide Bono, e dal collega a Palazzo Cabrino, Luca Zacchero, per il collegamento ferroviario tra Torino e l’aeroporto di Malpensa. I pentastellati ipotizzano una direttrice ferroviaria, che dal capoluogo piemontese, arrivi all’aeroporto lombardo, passando per la stazione delle Ferrovie Nord, a Novara. Un modo “semplice” per superare la realizzazione della variate ferroviaria di Galliate, tanto attesa dai cittadini.  «Nonostante i colpevoli ritardi di Regione Piemonte, questo Governo, su indicazione di un gruppo di parlamentari piemontesi, ha valutato di inserire l’opera tra quelle realizzabili nell’ambito dei fondi previsti dal Decreto del Fare. Uno sforzo – ricorda Ferrara – condiviso a tutti i livelli istituzionali, quantomeno banalizzato dalla proposta grillina». La senatrice ricorda il complesso lavoro avviato dal tavolo regionale con il quale il Governatore Robero Cota, alla vigilia del Decreto del Fare, aveva richiesto l’intervento dei parlamentari e degli amministratori locali per individuare opere prioritarie ed immediatamente cantierabili. «Una soluzione – precisa la Senatrice – che porterebbe sul territorio un investimento di circa 80milioni di euro e inciderebbe fortemente anche sulla qualità della vita dei cittadini, da tempo penalizzati dall’attraversamento ferroviario della città». Lo conferma, Arturo Boccara, consigliere provinciale democratico e già primo cittadino di Galliate. «Il progetto – spiega – prevede l’eliminazione della linea che attraversa l’abitato e di tre passaggi al livello. Un intervento che cambierà profondamente la città». Spazio per nuovi viali alberati, piste ciclabili e non solo. «Galliate raccoglie pendolari anche dai paesi circostanti – aggiunge Boccara – la nuova stazione, prevista a nord dell’abitato, consentirebbe di decongestionare il traffico e migliorare il servizio per tutto il territorio. Perché non portarlo a compimento se ci sono i fondi necessari?». Una questione su cui interviene anche Giuliana Manica, consigliera regionale Pd. «Sto predisponendo un’interrogazione – conferma la Consigliera – nell’ottica di salvaguardare il percorso avviato; un intervento che da anni è atteso sul territorio».