FILA a Pitti Uomo con una collezione che, pur rispettando l’identità del passato, rappresenta l’attualissima contaminazione Urban/Sport style

Condividi sulla tua pagina social

Quest’anno a Pitti Uomo, nella splendida cornice della Fortezza da Basso, una bellissima novità: il ritorno dello storico marchio FILA.
Questa 91° edizione di Pitti Uomo riporta grandi numeri: 1.220 i marchi esposti di cui il 44% esteri su una superficie di 60.000 metri quadrati e 36.000 visitatori dai principali mercati esteri di riferimento: Germania, Giappone, Spagna, Gran Bretagna, Turchia, Olanda, Francia, Cina, Svizzera, Belgio, Stati Uniti, Corea del Sud, Austria, Russia, Svezia.
“Siamo contenti di esserci, è una grande opportunità, un’immensa finestra sul mondo, un luogo privilegiato dove esporre le nuove collezioni e dove raccontare l’Heritage di FILA, che è l’unica azienda italiana di abbigliamento sportivo con oltre 100 anni di storia” spiega Michele Zambonin, Country Manager di FILA per l’Italia e aggiunge “questa presenza è propedeutica al rilancio di FILA in Italia, in questa ultima giornata possiamo affermare che molti buyer italiani ci hanno visitato e ora abbiamo un fitto calendario di appuntamenti che ci vedrà impegnati a presentare le nuove collezioni ai maggiori negozi Urban di tutta Italia.”
La collezione FILA 2017 è improntata sullo Urban, street style e lifestyle e riprende come ispirazione la color block dei colori istituzionali del marchio rossoblu.
Nel futuro di FILA si respira aria di novità e di ulteriore espansione come spiega Zambonin: “Vogliamo proseguire con la strategia di una distribuzione esclusiva per riacquistare l’identità storica tra sport e Urban anche perché, in questo momento, assistiamo ad una forte e rinnovata crescita dello stile di contaminazione Urban/Sport. FILA sta dimostrando, con le nuove collezioni, di essere tra i primi Brand che rispondono a questa specifica esigenza che il mercato manifesta.”
In quest’ottica FILA sarà presente in moltissime iniziative europee del mondo fashion: a Seek in Berlino il 17 gennaio, in febbraio invece sarà a Revolver (Copenhagen), a ISPO (Monaco) e a GDS (Dusseldorf).