Franca Biondelli: un ODG per tutelare il diritto alla pensione di chi ha assistito i disabili e di chi ha donato il sangue

Condividi sulla tua pagina social

Onorevole Franca BiondelliSempre più iniziative concrete si stanno rivolgendo al Governo per modificare la riforma delle pensioni prevista dalla Fornero in merito all’annullamento dal conteggio dei giorni lavorativi dei permessi richiesti per assistere i parenti disabili o per donare il sangue. Oltre ad aver dato il via personalmente ad attività politiche al riguardo, ho sostenuto un Ordine del Giorno a prima firma Fontana-Gnecchi che vuole impegnare il Governo ad adottare provvedimenti urgenti per modificare questa normativa. Una modifica, quella che si vuole apportare con la riforma Fornero, che va in contrasto con la legge 104 in difesa dei disabili. So che c’è ancora molto da fare ma allo stesso tempo c’è un forte impegno del Partito Democratico su questa tematica.

Qui in allegato il testo dell’Ordine del Giorno.

Ordine del giorno D.L. 1012013

La Camera,

Premesso che:

l’articolo 24, comma 10 del decreto legge n. 201 del 2011 convertito con modificazioni dalla legge n. 214 del 2011 ha disposto che sulla quota di trattamento di pensione relativa all’anzianità contributiva maturata fino al 31 dicembre 2011 sia applicata una riduzione percentuale e qualora il pensionamento anticipato avvenga prima del compimento dell’età di 62 anni. Tale riduzione è pari all’1 per cento per i primi due anni mancanti al raggiungimento dei 62 anni ed elevata al 2 per cento per gli ulteriori anni mancanti alla suddetta era calcolati alla data del pensionamento:

l’articolo 6, comma 2-quater del decreto-legge n.216 del 2011, convertito con modificazioni dalla legge n.14 del 2012 ha disposto che la riduzione di cui sopra non trova applicazione limitatamente ai soggetti che maturano il requisito di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2017, qualora la contribuzione iva prevista derivi esclusivamente da prestazione effettiva di lavoro, includendo i periodi di astensione obbligatoria per maternità per l’assolvimento degli obblighi di leva, per infortunio, malattia e cassa integrazione guadagni ordinaria. Con il decreto in approvazione sono altresì incluse le giornate di astensione dal lavoro per donazione di sangue ed emocomponenti,

non rientra nella fattispecie «prestazione effettiva di lavoro» un istituto dall’indiscusso valore sociale, quali i congedi e i permessi concessi ai sensi della legge n. 104/1992. Al fine di non subire penalizzazioni, la lavoratrice o il lavoratore, per l’accesso alla pensione anticipata, dovrà incrementare il servizio effettivo con un periodo di lavoro aggiuntivo pari a quello considerato determinando così una grave ingiustizia ed una palese incoerenza con le finalità sottese dalla stessa legge n. 104/1992;

impegna il Governo

ad adottare provvedimenti urgenti al fine di rivedere la normativa relativa al calcolo del trattamento pensionistico per le pensioni anticipate, includendo nell’art 6, comma 2-quater della legge n. 216 del 2011, convertito, con modificazioni alla legge n. 14 del 2012, anche i congedi e i permessi concessi ai sensi della legge n. 104/1992.