Igor, che spettacolo! Vittoria interna al tie-break contro Modena

Condividi sulla tua pagina social
Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Ancora una grande prova della Igor Volley di Luciano Pedullà, che pur priva della statunitense Hill (fermata da una forma influenzale acuta e nemmeno in panchina) riesce a conquistare un importante successo al tie-break contro la sua diretta inseguitrice, Modena, portando così a sette i punti di vantaggio sul secondo posto a tre giornate dal termine della regular season. Prima della partita, passerella per suor Giovanna Saporiti, presidente del club, e Fabio Leonardi, main sponsor del club con la sua Igor Gorgonzola Srl, che hanno mostrato, trionfanti, ai 4500 spettatori di un Pala Terdoppio tutto esaurito la Coppa Italia vinta dalla squadra una settimana fa a Rimini.  Igor in campo con Barun opposta a Signorile, Chirichella e Guiggi al centro, Partenio e Klineman in banda e Sansonna libero; Modena schierata con Fabris opposta a Ferretti, Heyrman e Folie al centro, Rousseaux e Piccinini in banda e Arcangeli libero. Si parte con l’ace di Barun (2-1) e Partenio che va a segno due volte (7-5, poi 8-6) mentre un nuovo ace, stavolta di Chirichella, vale il 9-6 azzurro. Rousseaux reagisce in pipe (10-9), Novara passa avanti 12-10 (invasione di Fabris) al timeout tecnico e il nuovo ace di Klineman vale il 18-15 con Beltrami che ferma il gioco. Barun avvicina il traguardo in pallonetto (21-19) e poi con una gran parallela (24-22), Partenio chiude il parziale con un diagonale incontenibile per il 25-23.  Proprio Partenio, al ritorno in campo, va in battuta e trova un parziale “shock” di 9-0 per la Igor, con Beltrami che, invano, ferma il gioco sul 4-0, dopo l’ace della schiacciatrice azzurra. Poi Chirichella e Barun si esaltano a muro, Fabris sbaglia (9-0) e subisce il muro del 12-1 da Klineman mentre Beltrami rivoluziona la formazione inserendo Kostic, Crisanti e Rondon. Tutto inutile, però, perché la Igor scappa con Barun (19-7) e il muro di Chirichella su Rousseaux (21-8) prima degli errori di Rondon e Kostic che chiudono il set sul 25-11. Si riparte con Rondon e Crisanti confermate tra le titolari e Barun (ace del 4-3 e diagonale del 7-3) che risponde al break iniziale (1-3) di Folie in primo tempo. Piccinini ricuce lo strappo (9-9) ma il muro di Klineman vale il 12-11 al timeout tecnico, prima del break modenese che porta al 13-15 con Pedullà che ferma il gioco. L’ace di Barun (16-16) è l’ultimo acuto della Igor, prima del nuovo break ospite che porta al 17-22 e, poco dopo, alla chiusura del set sul 19-25 con il pallonetto vincente di Rousseaux (19-25).  Ancora Modena avanti con Piccinini e Folie (6-9) protagoniste e Rousseaux che allunga 9-12 al timeout tecnico. Partenio ricuce lo strappo in maniout (12-13), Piccinini si carica sulle spalle Modena e fa 13-17, trascinando poi le sue fino al 15-21 mentre Pedullà cambia in regia inserendo Kim. Due muri di Partenio e Guiggi valgono il 19-24, poi Rousseaux trova lo spiraglio in parallela per il 19-25 finale. Il tie-break è subito di marca azzurra (4-1 con Fabris che colpisce l’astina in attacco) e dopo il timeout di Beltrami, le ospiti rientrano 5-4 con Barun (premiata Mvp Manpower del match) che firma in pipe l’8-6 al cambio di campo. Klineman allunga con l’ace (9-6), Modena risponde con Folie (9-7) e l’ace di Rousseaux (12-11) che riapre la contesa. Il finale porta la firma di Klineman: diagonale per il 13-11, pallonetto del 14-12 e maniout del 15-13, che regala il successo alle azzurre al secondo match ball utile.  Nemmeno un istante di riposo per la Igor Volley, che partirà domani mattina alle 7.15 da Trecate alla volta di Schwerin (con volo Malpensa – Amburgo in mattinata) dove martedì sera, alle 19 (diretta streaming su www.laola1.tv), sfiderà le tedesche dello Schweriner nella gara di ritorno dei quarti di finale di Challenge Cup. Dopo l’1-3 subito in casa all’andata (mercoledì scorso), alle azzurre serve un successo pieno (0-3 o 1-3) per giocarsi poi nel golden set di spareggio la qualificazione alle semifinali della competizione.

IGOR VOLLEY NOVARA – LIU JO MODENA 3-2 (25-23, 25-11, 19-25, 19-25, 15-13)
Igor Volley
: Partenio 12, Klineman 24, Kim, Guiggi 4, Bonifacio, Chirichella 10, Sansonna (L), Alberti, Signorile 1, Barun 24, Zanette ne. All. Pedullà.
Modena: Rousseaux 21, Kostic, Heyrman 3, Ferretti, Folie 15, Arcangeli (L), Petrachi (L) ne, Piccinini 9, Fabris 19, Crisanti 4, Maruotti, Rondon 3, Ikic 1. All. Beltrami.
Mvp Manpower: Katarina Barun
Premio speciale Manpower: Luciano Pedullà

Serie A1, i risultati del turno in programma:

Il Bisonte Firenze-Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 3-0
Imoco Volley Conegliano-Volley 2002 Forlì 3-1
Unendo Yamamay Busto Arsizio-Foppapedretti Bergamo 0-3
Igor Gorgonzola Novara-Liu Jo Modena 3-2
Pomì Casalmaggiore-Zeta System Urbino Volley 3-0
Metalleghe Sanitars Montichiari-Savino Del Bene Scandicci 3-1

Serie A1, la classifica aggiornata:
Igor Gorgonzola Novara 49, Liu Jo Modena 42, Pomì Casalmaggiore 41, Imoco Volley Conegliano 35, Unendo Yamamay Busto Arsizio 34, Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 32, Foppapedretti Bergamo 31, Metalleghe Sanitars Montichiari 28, Savino Del Bene Scandicci 21, Il Bisonte Firenze 20, Volley 2002 Forlì 5, Zeta System Urbino Volley 4.

Serie A1, il prossimo turno (domenica 16 marzo, ore 18):
Nordmeccanica Rebecchi Piacenza-Unendo Yamamay Busto Arsizio (ore 17 diretta Sportitalia)
Liu Jo Modena-Imoco Volley Conegliano
Foppapedretti Bergamo-Igor Gorgonzola Novara (sabato, ore 20:30 diretta Rai Sport 1)
Savino Del Bene Scandicci-Pomì Casalmaggiore
Zeta System Urbino Volley-Il Bisonte Firenze
Volley 2002 Forlì-Metalleghe Sanitars Montichiari (diretta Sportube)