Igor, il sogno svanisce all’ultimo atto: Scudetto a Casalmaggiore

Condividi sulla tua pagina social
Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Niente da fare per la Igor Volley di Luciano Pedullà, che cade in casa in un Pala Terdoppio ancora una volta “sold out” e vede svanire all’ultimo atto il sogno Scudetto. Il titolo se lo aggiudica Casalmaggiore, che infligge alle azzurre la seconda sconfitta interna in campionato e vince, in rimonta, lo Scudetto 2015. Per le azzurre, la delusione di chiudere senza sorriso una stagione a dir poco straordinaria, con una Regular Season dominata e una Coppa Italia vinta. Dopo il  primo set sfuggito per un soffio, le azzurre riequilibrano la sfida nel secondo parziale prima di perdere nuovamente il terzo set, con scarto minimo. Set che indirizza definitivamente il match, complice anche la serata negativa di Hill (10% in attacco), con le ospiti che prendono campo e chiudono d’autorità il quarto parziale, mentre la Igor tiene solo fino al 17-17 IGOR VOLLEY NOVARA – POMÌ CASALMAGGIORE 1-3 (23-25, 25-22, 23-25, 20-25) Igor Volley Novara: Partenio 5, Klineman 23, Guiggi 9, Bonifacio 1, Chirichella 5, Sansonna (L), Signorile 3, Hill 3, Barun 17. Non entrate Kim, Alberti, Zanette. All. Pedullà. Pomì Casalmaggiore: Ortolani 15, Skorupa 1, Bianchini 10, Sirressi (L), Gennari 18, Gibbemeyer 9, Stevanovic 14, Tirozzi 17. Non entrate Quiligotti, Agrifoglio, Klimovich. All. Mazzanti.