Igor, impresa al Pala Yamamay: superata Busto Arsizio per 3-0

Condividi sulla tua pagina social
Igor-Volley-Novara

Igor-Volley-Novara

Cala il tris la Igor Volley di Luciano Pedullà, che conquista il terzo successo consecutivo in campionato compiendo una vera e propria impresa al Pala Yamamay. Le azzurre si sono aggiudicate la sfida contro le vicecampionesse d’Italia in carica di Busto Arsizio con un secco 3-0. Un risultato frutto di una prestazione di altissimo livello di Guiggi e compagne, a tratti capaci addirittura di annichilire le pur quotate avversarie. Padrone di casa schierate con Degradi a sostituire l’infortunata Diouf, con Wolosz in regia, Lyubushkina e Michel al centro, Havelkova e Marcon in banda e Leonardi libero; Pedullà ritrova Signorile in regia con Barun opposta, Chirichella e Guiggi al centro, Hill e Klineman in banda e Sansonna libero. L’avvio di partita è subito di marca azzurra, con Klineman che sfrutta il muro avversario (1-4) e che poi mura Degradi (1-5). Barun “stoppa” Havelkova e Parisi ferma il gioco, Degradi accorcia (3-7) ma Klineman allunga ancora (ace) sul 4-12 al timeout tecnico. La Igor non si ferma e sul 6-15 Parisi spende il suo secondo timeout, mentre Barun si ripete a muro su Havelkova (9-18) e Klineman fa altrettanto su Lyubushkina (10-23). La fast di Guiggi chiude il parziale sul 12-25 per le azzurre.  La Igor riparte confermando l’ottima correlazione muro-difesa del primo set e trova subito il break con la fast di Guiggi (3-6) e quella di Chirichella (4-8). Barun ferma Marcon per due volte consecutive (7-11), Klineman porta le squadre al timeout tecnico sul 9-12 e poco dopo è Chirichella, con un gran primo tempo, a firmare il 13-18 con Parisi che ferma il gioco. Barun e Hill avvicinano il traguardo (13-23), l’opposto croato conquista il set ball murando Perry e, poco dopo, Klineman chiude in pipe 15-25. La reazione delle biancorosse è affidata a Lyubushkina (ace per il 4-2) ma il turno in battuta di Klineman riporta avanti (ace, poi diagonale di Barun per il 4-6) le azzurre. Degradi innesca il testa a testa, mentre Parisi inserisce Pisani per Michel, poi Klineman trova l’ace dell’11-13. Havelkova, lob, e Chirichella, muro su Havelkova, duellano (18-17) mentre Pedullà chiama due volte timeout. Sul 24-23, Klineman annulla il set-ball e conquista il match ball poi, dopo l’ultimo tentativo di Parisi di fermare il gioco (24-25), è Chirichella a murare Havelkova e a regalare alle azzurre tre punti d’oro.  Per le azzurre, prossimo impegno in programma mercoledì sera al Pala Terdoppio (ore 20.30) contro Urbino.