Il 10 febbraio si commemorano le vittime delle foibe e l’esodo di istriani, fiumani e dalmati del 1945

Condividi sulla tua pagina social
Novara

Novara

Il Comune di Novara, in collaborazione con la Provincia di Novara, l’Istituto Storico della Resistenza, l’Associazione Venezia Giulia ed il Liceo Classico e Linguistico Statale “Carlo Alberto” di Novara, ha predisposto il calendario delle manifestazioni previste per il “Giorno del ricordo”. Questo appuntamento, previsto per il 10 febbraio, commemora (come previsto dalla Legge 92/2004) le vittime delle foibe e l’esodo dalle loro terre dei profughi istriani, fiumani e dalmati alla fine della Seconda Guerra Mondiale. La prima commemorazione è prevista venerdi 6 febbraio al Liceo Classico “Carlo Alberto” alle 11.00, quando avrà luogo l’incontro tra gli studenti dell’istituto e lo scrittore e pittore Piero Tarticchio, che testimonierà la propria esperienza sull’esodo istriano e sull’infoibamento. Seguirà l’inaugurazione nell’Istituto “Carlo Alberto” della mostra “Il Giorno del Ricordo: conoscere per ricordare”, a cura dello stesso Tarticchio. Nella giornata del 10 febbraio l’appuntamento è invece alle 11.00 presso la Chiesa della Sacra Famiglia ail Villaggio Dalmazia per la Santa Messa in memoria dei Caduti giuliano-dalmati. A seguire, in Piazza Vittime delle Foibe, alle 11.45, la consegna della Medaglia di Riconoscimento in memoria di Guido Antuono, vittima delle foibe, la posa di corone alla lapide dei Caduti delle Foibe e la inaugurazione della targa intitolata a Norma Cossetto, Medaglia d’Oro al Merito Civile alla Memoria.