IL DERBY DEL TICINO PRENDE LA VIA DI NOVARA: BUSTO ARSIZIO ESPUGNATA 12-6

Condividi sulla tua pagina social

 

 

Fabio Zellioli
Fabio Zellioli

Novara, 27 febbraio 2011

– Prova di maturità della Libertas Pallanuoto Novara che, nell’ultimo turno del campionato di serie B, si è aggiudicata il sempre sentito  “derby del Ticino” espugnando la vasca di Busto Arsizio per 12-6. Pur privi del loro giocatore più rappresentativo, l’esperto difensore ligure Davide Venturelli inutilizzabile per un problema muscolare ad una coscia rimediato giovedì scorso in allenamento, i “delfini” hanno saputo conquistare la sesta vittoria stagionale che li proietta al terzo posto solitario in classifica a quota 19 punti, a cinque lunghezze dal primo posto occupato dal Lavagna sconfitto a sorpresa a Prato e, soprattutto, a soli due punti dalla seconda piazza (per ora appannaggio dell’Andrea Doria Genova) che dà diritto a disputare i play off per la serie A/2. Nella piscina di Busto, al solito “calda” e gremita di tifosi, la Libertas è partita fortissimo volando sul 3-0 a cavallo dei primi due periodi, senza tuttavia fiaccare lo spirito bellicoso dei rivali. Nei due tempi centrali, infatti, il team varesino ha saputo ricucire lo strappo ritornando a contratto con i biancoblù, che hanno comunque avuto il merito di rimanere avanti nel punteggio grazie ad un’ottima prestazione di squadra. Si è così arrivati sul 7-6 per Novara al quarto ed ultimo periodo, quando la Libertas ha messo in acqua la propria maggior freschezza atletica e qualità tecnica per chiudere il match. Il break decisivo è stato favorito  da una micidiale doppietta del boa Fabio Zellioli, prima abile a trasformare con freddezza un rigore procurato da Colombo e poi caparbio nel concretizzare una controfuga avviata da lui stesso: «Vincendo a Busto pur dovendo fare i conti con l’infortunio, quasi all’ultimo momento, di Venturelli abbiamo dato un’indubbia prova di forza e di maturità – ammette un soddisfatto coach Enrico Oliva – In un ambiente non facile ci siamo imposti grazie ad una buonissima prova collettiva. Gli elementi più giovani hanno dimostrato tutto il loro valore facendosi trovare pronti quando li ho chiamati in causa. Siamo arrivati all’ultimo periodo più freschi dei nostri avversari  proprio perché ho potuto sfruttare appieno le rotazioni». Al giro di boa la classifica si è fatta decisamente interessante per una neopromossa che, non lo dimentichiamo, era partita con l’obiettivo prioritario di salvarsi: «A questo punto non ci poniamo limiti, vogliamo arrivare il più in alto possibile – afferma Oliva  –  Dobbiamo continuare a dare il massimo partita dopo partita, umili e concentrati, perché le sorprese sono sempre dietro l’angolo come dimostra la sconfitta della capolista Lavagna sul campo di Prato. Il girone di andata ha dimostrato che possiamo giocarcela con tutti: per ora alla squadra do un bell’otto in pagella, se ci ripetessimo nel girone di ritorno la nostra stagione diventerebbe da dieci». Dopo una settimana di sosta, i “delfini” torneranno in acqua sabato 12 marzo a Prato.

Busto Nuoto – Libertas Pallanuoto Novara 6-12 (0-2; 3-2; 3-3; 0-5).

Busto Nuoto: Paleari, Andrenucci 3, Rosanna, Carnini 1, Origgi, Montesi, Merisio 2, Drampa, Lomazzi, Sangiovanni, Roffi, Guerceri, Introzzi. All.: Separovic.

Libertas Pallanuoto Novara: Biagini, Zellioli 2, Fongi, Venturelli n.e., Marchetti, Ruberti 2, Cappelli, Colombo, Osigliani 3, Saviano 2, Genoni  1, Cambiaso 2, Besate. All.: Oliva.

Superiorità: Busto Arsizio 0/3; Libertas Novara 3/6.

Rigori: Busto Arsizio 0/1; Libertas No 2/2.