Il Rugby Novara batte il Cus Milano, siglando la prima vittoria stagionale nel campionato di serie B

Condividi sulla tua pagina social
Amatori Rugby Novara 22  –  Cus Milano Rugby 16
Gica Vacaru, tecnico Amatori Rugby NovaraFinalmente giunge la prima vittoria di questo campionato a spese di un Cus Milano tutt’altro che rinunciatario, forse un po’ meno motivato del Novara. Un 22 – 16 che arriva al termine di un incontro ordinato e piacevole nel primo tempo, terminato 14 – 11 per il Novara, mentre nel secondo si è giocato all’arma bianca, anche in po’ confusamente, con i nostri impegnati per almeno 25’ in inferiorità numerica a causa dei tre cartellini gialli comminati da un arbitro che non è apparso, nel finale di partita, puntuale nelle decisioni.
Segna in avvio di match il Cus tre punti da calcio piazzato. Replica al 10’ il Novara, in meta con classica maul avanzante finalizzata da Luca Loretti e trasformata poi da Cerutti. Accorcia ancora il Cus su calcio piazzato al 17’, mentre il Novara oggi appare più concreto e al 20’ è Loddo che trova un bel buco e schiaccia in meta. Ancora Cerutti trasforma. La partita è piacevole e il Novara si difende bene, ma Loddo rimedia un giallo e i troppi falli commessi dal Novara rilanciano il Cus, che al 26’ sigla la prima meta da sventagliata al largo dopo un bella touche. Il Novara limita i danni e il parziale dice 14 – 11.
A inizio ripresa è il Cus ad andare in inferiorità numerica e a pagare dazio. Prima Cerutti segna da calcio di punizione, poi la mischia inizia a macinare e raccoglie i frutti al 15’, consentendo a Quirino di sventagliare al largo e a Loddo di pescare Buoso smarcato all’ala, che non ha difficoltà ad andare in meta.
Naturalmente il Novara ama complicarsi la vita e, complice un arbitro dal cartellino fin troppo facile, regala falli, terreno e superiorità numerica al Cus che non sfrutta, fortunatamente, l’opportunità se non al 35’, quando arriva la meta tardiva. In mezzo e alla fine si esalta la difesa novarese, che concede pochissimo e in alcuni casi si salva per il rotto della cuffia, mentre nel finale tutti riescono a dare il massimo difendendo alla grande i disperati assalti cussini, ma l’esempio dei super placcatori Quirino, Loretti Gianni, Cotroneo, Buoso e Cerutti esalta i compagni e conduce la squadra a una meritata vittoria.
Domenica ultima partita del campionato. Trasferta a Cagliari contro il Capoterra, ma oggi il numeroso e fedele pubblico ha tributato un applauso che vale doppio al nostro XV.
Formazione: Quadraro, Cotroneo, Ventruto (Fioretto), Loretti I, Loretti II, Loretti III, Hajmeli (Guglielmi), Fadda (Fadda), Quirino, Loddo, Vicari, Cerutti, Buoso, Barelli (Stofella), Sormani.
A  disposizione: Colombo, Vientsov, Formaggio.
Allenatore Vacaru.