L’ON. NASTRI CHIEDE UN “BONUS GASOLIO” PER L’AGRICOLTURA

Condividi sulla tua pagina social
On. Gaetano Nastri

On. Gaetano Nastri

Introdurre un “bonus-gasolio” per gli agricoltori, a sostegno del settore primario, per compensare il forte aumento dei pressi verificatosi negli ultimi mesi del carburante più usato nei campi. E’ questa la richiesta che l’on. Gaetano Nastri ha avanzato al ministro dell’Agricoltura Giancarlo Galan, con un interrogazione depositata a Montecitorio. “Secondo gli ultimi dati forniti dall’Ismea – dice Nastri – negli ultimi dieci anni i costi produttivi a carico degli agricoltori sono aumentati più del doppio dei prezzi dei prodotti. Tra il 2000 e il 2010, infatti, le spese per i fattori produttivi hanno registrato un tasso di crescita annuo del 3,7 %, mentre i prezzi dei prodotti agricoli sono aumentati mediamente dell’1,5 %. Ciò comporta una caduta dei redditi degli agricoltori, minacciando l’esistenza stessa di molte aziende. L’Ismea ha calcolato che nel 2010 si è registrato un rialzo del 5,4 % per i composti destinati all’alimentazione animale, rispetto al 2009, mentre i prodotti energetici hanno registrato un rincaro del 2,7 %, con punte di  più 4,7 % per i carburanti; anche per i salari, secondo l’Ismea, hanno subito una crescita pari all’1,5 %, mentre per gli animali da allevamento i prezzi sono saliti dell’1,1%. “All’incremento abnorme dei costi – prosegue Nastri – ha contribuito l’aumento del carburante, in particolare in un periodo in cui il maltempo e il gelo hanno costretto molti produttori a ricorrere ancora più spesso al riscaldamento delle strutture in serra, determinando un incremento dei consumi di energia, con relativo aggravio nella gestione aziendale”. Di qui l’esigenza, secondo il deputato azzurro di introdurre un bonus per l’acquisto dei carburanti utilizzati in agricoltura, “al limite utilizzando per ragioni di urgenza il decreto milleproroghe attualmente all’esame del Parlamento”.