LA LIBERTAS DOMA LERICI (12-5) E CONSOLIDA IL TERZO POSTO

Condividi sulla tua pagina social

 

RICCARDO CAPPELLI

RICCARDO CAPPELLI

La Libertas Novara riscatta la sconfitta di Prato schiantando il Lerici Nuoto (12-5 il punteggio finale) nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie B di pallanuoto. Il settimo successo stagionale ha consentito a capitan Cappelli e compagni di consolidare il terzo posto in classifica alle spalle della capolista Lavagna e della più immediata inseguitrice Andrea Doria Genova, ma saldamente davanti all’altra genovese Mameli Voltri  scivolata a “meno 4” dopo la sconfitta interna con Prato. E dire che le cose non si erano messe subito bene per  una Libertas davvero in emergenza, che ha dovuto rinunciare agli infortunati Venturelli e Marchetti (in forte dubbio anche per la prossima gara di Lavagna) e schiare Genoni, Osigliani e Saviano anch’essi alle prese con vari malanni. Qualche motivo di legittima preoccupazione nell’affrontare un avversario che, nelle ultime settimane, aveva invece dimostrato di essere in buona salute poteva esserci, insomma. Ed infatti, nei  primi dieci minuti, il Lerici l’ha fatta da padrone portandosi in vantaggio per 3-0 su un Novara contratto ed apparso con la testa ancora negli spogliatoi. A cavallo tra il secondo ed il terzo periodo, però, i “delfini”  ritrovavano lucidità e rabbia agonistica piazzando un tennistico  parziale di 6-0 che ribaltava l’inerzia del match. Lerici, a quel punto, provava comunque a restare in partita accorciando le distanze (6-4) ma tra la fine del terzo quarto e l’inizio dell’ultimo periodo la Libertas rispondeva con un altro micidiale uno-due ristabilendo un rassicurante margine di sicurezza (8-4) tra sé e gli avversari. Il team ligure concentrava le forze residue nell’ultimo colpo di coda (8-5), ma poi crollava definitivamente sotto i colpi di un Novara solido in difesa e implacabile nello sfruttare gli attacchi in superiorità numerica: «Abbiamo centrato un ottimo risultato figlio di una prestazione davvero convincente  – commenta il coach della Libertas, Enrico Oliva – Inizialmente l’assenza dell’esperto Venturelli si è fatta sentire, poi  i giocatori più giovani sono saliti sempre di più in cattedra dimostrando finalmente di aver preso coscienza del proprio valore. Siamo riusciti ad attaccare con giudizio, specie con l’uomo in più in vasca, e soprattutto a difendere bene». Ed ora, sotto con la corazzata Lavagna: «Tra una settimana ci aspetta una trasferta molto difficile nella tana della capolista – anticipa Oliva – Questi tre punti ci danno fiducia di poter riscattare la pessima prestazione dell’andata. Nei prossimi giorni cercheremo di recuperare anche qualche infortunato».

Libertas Pallanuoto Novara-Lerici  Nuoto 12-5 (0-1; 4-2; 3-1; 5-1).

Libertas Pallanuoto Novara: Biagini, Zellioli, Fongi, Venturelli n.e.,  Cameroni, Ruberti 1, Cappelli 3, Colombo, Osigliani 2, Saviano ,Genoni, Cambiaso 4, Besate 2. All.: Oliva.

Lerici Nuoto: Costa, Bertagna, Katsiberis, Basso, Del Dotto, Biolzi, Silvano, Rapallini, Spagnuolo, Criscuolo 1, Zaric 1, Casagrande 3, Briganti. All.: Mondini.

Superiorità: Libertas No 6/11; Lerici 1/4.

Rigori: Lerici 1/1.