LA LIBERTAS RISPETTA IL PRONOSTICO, CAGLIARI K.O. ALLO “SPORTING”

Condividi sulla tua pagina social

 

Marchetti Simone

Marchetti Simone

Novara, 20 febbraio 2011

– Basta eseguire il “compitino” alla Libertas Pallanuoto Novara per avere ragione, allo Sporting, del fanalino di coda Promosport Cagliari (14-8) nel penultimo turno di andata del campionato di serie B. Pronostico della vigilia rispettato, dunque, e senza troppi patemi. C’è stata partita solo durante il primo quarto e parte del secondo periodo, quando i “delfini” guidati da coach Oliva, privi dell’infortunato Badà e con Saviano a referto solo per onor di firma ma non utilizzato a causa di un problema ad una mano, hanno provato a scavare subito un break (3-1) facendosi però raggiungere altrettanto velocemente dai sardi (3-3). A cavallo tra il secondo ed il terzo tempo la Libertas  ha serrato le fila in difesa e calato un parziale di 4-0 che ha chiuso in pratica il discorso. Cagliari, infatti, ha provato nuovamente a rimontare  senza tuttavia mai riuscire a ricucire il “gap” sotto le tre reti di scarto. Anzi il team isolano si è ulteriormente sfilacciato alla distanza finendo per subire una sconfitta dalla proporzioni ancora più severe. Mattatore del match, nelle fila di una Libertas che ha dimostrato meno determinazione in difesa e meno concretezza sottoporta rispetto ad altre occasioni, è stato l’attaccante Simone Marchetti, autore di 4 segnatore e votato “mvp” della sfida. Le altre reti novaresi sono state siglate da Cambiaso (3), Venturelli (2), Zellioli, Ruberti, capitan Cappelli, Genoni e Besate. Il terzo successo casalingo della stagione ha consentito ai biancoblù di portarsi a quota 16 punti in classifica scavalcando la Mameli Genova, caduta nel “derby della Lanterna” contro l’Andrea Doria, ed issandosi così al terzo posto. Ora Cappelli e compagni si trovano a sole due lunghezze dalia seconda piazza occupata proprio dai “doriani”, già battuti a domicilio due settimane fa, confermandosi l’unica squadra non ligure tra le prime sette in graduatoria: «Ci teniamo stretti i tre punti  conquistati contro Cagliari ma, stavolta, non sono contento  della prestazione della squadra – ammette onestamente il tecnico della Libertas Pallanuoto Novara, Enrico Oliva – Forse i ragazzi hanno pensato inconsciamente che l’impegno fosse più agevole, l’approccio non è stato sicuramente quello giusto. Non siamo stati abbastanza determinati in difesa e cinici in attacco». Oliva prosegue nella sua requisitoria: «Probabilmente in altre gare, giocando così, non solo non avremmo vinto ma avremmo addirittura pagato dazio – continua mister Oliva – Già da sabato prossimo, a Busto Arsizio, servirà tutta un’altra partita per poter muovere ancora la classifica. Durante la settimana non disputeremo amichevoli, ci alleneremo tra di noi per mettere a posto alcune cose. Stavolta abbiamo picchiato una “nasata”, fortunatamente senza farci male: sono convinto che a Busto Arsizio giocheremo in modo più convincente».

Libertas Pallanuoto Novara- Promosport Cagliari 14-8 (2-1; 4-2; 4-2; 4-3).

Libertas Pallanuoto Novara: Fongi, Zellioli 1, Biagini, Venturelli 2, Marchetti 4, Ruberti 1, Cappelli 1, Colombo, Osigliani, Saviano n.e., Genoni 1, Cambiaso 3, Besate 1. All.: Oliva.

Promosport Cagliari: Loddo, Cannas 1, Casile, Sarritzu, Bruno, Massa, Morabito 1, Conticchio, Fenu, Michele Cogoni, Marini, Sarais 1, Ventura 5. All.: Efisio Cogoni.

Superiorità: Libertas No 4/4; Cagliari 3/11.