L’assessore alla mobilità Giulio Rigotti risponde in merito alla lettera del responsabile del Carp Novara onlus, Fabio Tomei, a proposito dei parcheggi di interscambio da poco avviati n città.

Condividi sulla tua pagina social
novara

novara

«Rispondo sinteticamente alle osservazioni di Tomei ricordando che:

– la segnaletica di preavviso è già stata prevista con la delibera di istituzione dei parcheggi di interscambio e commissionata alla ditta che da luglio con l’approvazione del contratto realizzerà la segnaletica urbana.

– le tabelle orarie sulle paline delle fermate segnalano le rivendite autorizzate alla vendita dei biglietti.
– modifiche alle frequenze del TPL sono auspicabili ma attuabili solo se saranno integrati i finanziamenti regionali, visto che il Comune di Novara già integra di suo il servizio con oltre 1,80 mil.€/anno, unico comune in Regione Piemonte, aspetto che pare non interessare gran che taluni fautori del trasporto pubblico locale. In ogni caso il servizio invernale sulle linee di interscambio già prevede frequenze variabili da 12 a 15 minuti e da 15 a 20 nel servizio estivo.
Se fosse vero che Tomei da trent’anni discute a vuoto su questo tema, dovrebbe per onestà intellettuale almeno riconoscere che questa amministrazione l’impegno assunto l’ha rispettato e alle condizioni preliminarmente dichiarate, ovvero solo a seguito dell’attuazione del piano della sosta nell’area centrale, senza il quale i parcheggi di interscambio non avrebbero alcun interesse per l’utenza.
Comunque Tomei non si preoccupi e stia sereno, non mancherà l’attenzione dell’amministrazione per migliorare il servizio e per cogliere tutti i suggerimenti, soprattutto quelli che verranno dagli utenti, come peraltro già è stato fatto per il piano della sosta».