“Les Barlafus” domenica 23 novembre a Novara al circolo Arci “la Fratellanza”

Condividi sulla tua pagina social
circolo la Fratellanza novara

circolo la Fratellanza novara

Il collettivo “Les Barlafus” ritorna con il mensile appuntamento culturale domenica 23 novembre a Novara al circolo Arci “la Fratellanza”, in via Monte S. Gabriele n 15.  Il circolo si rianima ancora una volta offrendo un abbondante aperitivo accompagnato da esposionioni artistiche, performance teatrali e musica dal vivo. Saranno presenti le opere di due giovani artiste, affermate nella scena novarese: Diana Debord e Federica Roatta. Diana Debord, nata a Novara nel 1984, è una fotografa fine art autodidatta. Il suo lavoro è mirato alla raffigurazione di istanti onirici che la portano a sviluppare uno stile che verte sui temi surrealisti e simbolisti tra cui la ricerca dell’io, la follia, la morte e il suo legame con il mondo naturale. La ricerca e la cura dei dettagli e dei colori, che caratterizzano le sue opere, richiamano la Confraternita dei Pre Raffaelliti. Dal 2009 ha esposto in diverse mostre collettive e personali, sia in Italia che all’estero e nel 2013 ha ricevuto il “Juror Award of Merit fine art photography” al Grand Prix de la Découverte. Ha realizzato diverse copertine di libri tramite l’agenzia inglese “Trevillion Images” e ha tenuto workshop dedicati alla fotografia fine art. Nel settembre del 2014 ha allestito la mostra personale “Visioni di Poe” alla Barriera albertina di Novara. Federica Roatta, classe 1985, è una illustratrice designer formatasi al liceo artistico Casorati di Novara e successivamente alla scuola d’arte del Castello Sforzesco di Milano.
Appassionata di pittura e tutto ciò che è arte, nel tempo libero ama sperimentare nuove tecniche sia pittoriche (passando dall’acrilico, tecnica mista , collage, acquarello, olio) che digitali, manipolando fotografie o colorando a computer tramite vari programmi (compresi fumetti dove riesce a unire narrativa e pittura allo stesso tempo). I soggetti dei quadri che esporrà durante l’aperitivo sono figure femminili in scenari fantastici o scorci di fiabe con accenni all’aldilà; attraverso l’uso dei colori porta lo spettatore a vivere diversi stati d’animo.  I dj che durante la serata animeranno i muri del circolo sono T.O.D (The Ocean’s Drop) , anima delle serate al Big Lebowsky, porterà il pubblico in una quinta dimensione attraverso suoni psychill e ambient raccolti nelle sue esperienze silvestri in giro per i vari festival d’europa e Frank Charli . Quest’ultimo appassionato di musica fin dalla giovane età sperimenta diversi generi dall’house per approdare infine alla techno-dub. Il suono prodotto lascerà coinvolgere con estrema disinvoltura le persone presenti in danze sciamaniche. Dalle ore 21.00 andrà in scena il reading teatrale “T’amo d’ Amorire” recitato dalla talentuosa Jenny Bevilacqua. L’attrice è impegnata nel campo delllo spettacolo da vari anni e collabora con il gruppo teatrale di Novara “La Ribalta”.: “Sull amore mi diletto a leggerlo o scriverlo… forse perche a viverlo ancora non ci ho capito nulla? Mi piace la poesia, soprattutto quella diretta e che parla delle persone.” Come cornice ci sarà l’ After Tea Market: si tratta di un mercato autentico, uno spazio dove le persone possono vendere la loro creatività e trascorrere un pomeriggio tra amici godendo di un momento in cui la musica, l’arte e il teatro si incontrano. Saranno presenti la casa editrice indipendente Soulcake di Alice Coppini e Irene Pessino, 2 giovani intraprendenti che producono libri e manufatti artigianali con carta riciclata e non, l’associazione Lucha Libri, che nasce come distribuzione indipendente di libri editi da case editrici indipendenti e underground e i lavori con l’arte dei fili intrecciati di Luca Ponticello.