LIBERTAS A PRATO PER PROSEGUIRE LA SERIE POSITIVA

Condividi sulla tua pagina social
Fabio Zellioli
Fabio Zellioli

Novara, 9 marzo 2011

Dopo il turno di sosta, inizia da Prato il girone di ritorno del campionato di serie B della Libertas Pallanuoto Novara, terza in graduatoria a soli due punti dall’Andrea Doria seconda forza del torneo e a cinque lunghezze dalla capolista Lavagna. Sabato 12 marzo, alle ore 17,30, i “delfini” saranno di scena nella piscina comunale di Prato contro la Futura Nuoto, già battuta 10-9 allo Sporting lo scorso 12 dicembre: «Ci aspetta una gara difficile contro un avversario galvanizzato dalla vittoria ottenuta due settimane fa contro la “corazzata” Lavagna – ammonisce il tecnico della Libertas, Enrico Oliva – Prato si trova al penultimo posto in classifica con due sole vittorie ottenute in nove gare, ma se l’è sempre giocata contro tutti gli avversari raccogliendo finora meno di quanto avesse meritato. I toscani possono schierare almeno due giocatori molto pericolosi, l’esterno Martini ed il centroboa Korovessis. Solitamente soffriamo un po’ i turni di riposo, ma ora che ci troviamo nelle prime posizioni vogliamo provare a rimanerci il più a lungo possibile. Per fare risultato a Prato servirà però una grande prova difensiva e notevole lucidità per sfruttare le situazioni con l’uomo in più». Per mantenere vivo l’agonismo dei suoi ragazzi, Oliva ha fatto disputare in settimana due amichevoli contro l’Allmag Torino ’81, compagine che milita in serie A/2: «Si è trattato di un duplice buon allenamento, anche se affrontato in emergenza – spiega Oliva – Il difensore Davide Venturelli è infatti tornato in acqua solo martedì dopo l’infortunio muscolare alla coscia  patito due settimane fa: il suo impiego a Prato è incerto. Sono più ottimista sul fatto di avere a disposizione il boa Niccolò Genoni, sofferente per un principio di pubalgia: anche il difensore Daniele Osigliani stringerà i denti per i soliti problemi alla spalla». E’ stata una settimana particolare anche per mister Enrico Oliva, sgomento come tutti i componenti della Libertas Nuoto Novara per la prematura scomparsa in un incidente stradale, nella notte tra il 5 ed il 6 marzo scorsi, dei due giovani atleti della Pallanuoto Bergamo Francesco Damonte e Niccolò Morena: «Ho un vivissimo ricordo di Morena, che ho allenato per ben quattro stagioni alla Rari Nantes Savona – ricorda, commosso, il tecnico novarese – L’ho conosciuto a 13 anni e l’ho visto crescere fino a quando ne aveva 17 anni. Damonte é invece arrivato a Savona in concomitanza con la mia partenza: in panchina fui sostituito proprio da suo padre Luciano, un caro amico. Non ci sono davvero parole per commentare una tragedia simile». Passando alle formazioni giovanili, dopo l’ottima prestazione di sabato scorso dell’Under 17, vittoriosa contro l’Acquatica Torino 5-3 nel campionato Fin, domenica 13 marzo saranno in vasca le formazioni dell’Under 20 che ospiterà alle 14,30 allo Sporting la Libertas Caluso, e l’Under 18 di scena a Varedo contro l’Hst Varese nel campionato Dea.