Maltempo delle ultime ore: nel novarese una frana a Dormelletto ed il Lago Maggiore esondato a Pella, Omegna sott’acqua per innalzamento Lago D’Orta

Condividi sulla tua pagina social

Immagine

 

Il Comunicato della Provincia di Novara

Nel Novarese, interessato da forti precipitazioni, tra lunedì e martedì sono esondati i laghi Maggiore e d’Orta. Nella giornata di martedì si è verificato un movimento franoso in località Alzo di Pella. Si registrano, inoltre, allagamenti di alcune strade dell’alto e medio novarese.

I tecnici provinciali e il presidente Matteo Besozzi sono sul campo, insieme al Prefetto, ai responsabili della Protezione civile e alle Forze dell’ordine per monitorare la situazione. Non si registrano danni a persone. Sul sito della Provincia verrà pubblicato un bollettino per aggiornare costantemente la cittadinanza sulla situazione.

«Dal sopralluogo effettuato martedì mattina l’esondazione dei laghi Maggiore ed Orta, pur causando disagi, risulta sottocontrollo – spiega il presidente Matteo Besozzi – Con i tecnici, nel pomeriggio, ci sarà un’altra riunione operativa nella quale verranno valutati i dati provenienti dalla Svizzera e dal Ticino per valutare l’ondata di piena del lago Maggiore, prevista per martedì notte.

Nel Novarese, la situazione più preoccupante – prosegue Besozzi – si registra nel Cusio, nel Comune di Pella, dove è in corso un movimento franoso. Fortunatamente non si registrano ferimenti o danni. Sul posto sono presenti costantemente i referenti della Protezione civile».

La perturbazione ha messo in crisi tutto il reticolo idraulico del medio alto/novarese e si prevede che il fenomeno sarà in attenuazione dalle prime ore del pomeriggio di oggi ma che comunque  il lago Maggiore permarrà per le prossime 36 ore al di sopra del livello di pericolo.

«Si raccomanda la massima precauzione a chiunque intenda mettersi in viaggio – è l’invito del presidente della Provincia – in quanto la viabilità potrebbe subire ulteriori variazioni o criticità».

UFFICIO PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI NOVARA

BOLLETTINO MALTEMPO

11 novembre 2014

Dall’11 novembre è stata aperta la sala operativa provinciale e sono stati attivati i COM di Arona, Nebbiuno e Gozzano per l’evento meteo in corso ed  in particolare per far fronte alle esondazioni dei laghi.

Durante la nottata tra il 11 ed il 12 la situazione è evoluta con violenti nubifragi che hanno interessato il territorio del medio e alto novarese.

L’evento è tuttora in corso.

Dalle prime ore del mattino del 12  novembre si sono manifestati diffusi allagamenti che hanno interessato sia la rete stradale sia i centri abitati.

In particolare è avvenuto il franamento del versante che ha procurato l’interruzione della circolazione verso Madonna del Sasso.

Altre strade sono state interessate da piccoli fenomeni franosi e cospicui allagamenti di cui si riporta l’elenco:

  • SP occidentale del lago d’Orta nel tratto tra Alzo ed il confine con la Provincia del VCO;
  • SP delle due riviere tra Sovazza e Gignese;
  • SP di Pettenasco tra Pratolungo e confine con la Provincia del VCO
  • SP 167 dei rubinetti
  • SP Madonna del Sasso;
  • SP di Soriso;
  • SP Invorio – Bolzano Novarese tra Briga ed il bivio per Bolzano
  • SP Comignago Oleggio Castello;
  • SP di Grignasco nel centro abitato di Grignasco
  • SP Borgomanero – Prato Sesia tra Prato Sesia e Cavallirio
  • SP 142 biellese nel territorio di Cavallirio
  • SP 142 Ponte sul fiume Sesia
  • SP Gemme Cavaglio Suno da Gemme fino a Baraggia di Suno
  • SP di Cavaglietto
  • Sp Ghemme Carpignano
  • SP Agnellengo-Barengo-Fara tra Agnellengo e Barengo
  • SP Bellinzago – Sologno
  • SP 20 a Borgolavezzaro

Su altre strade interessanti soprattutto il territorio dell’alto novarese sono presenti allagamenti e restrizioni della carreggiata pur garantendo il transito

La perturbazione ha messo in crisi tutto il reticolo idraulico del medio alto novarese e si prevede che il fenomeno sarà in attenuazione dalle prime ore del pomeriggio di oggi ma che comunque  il lago Maggiore permarrà per le prossime 36 ore al di sopra del livello di pericolo.

di Alessio Marrari

Nelle ultime 24 ore tra i 60 ed i 70 mm di pioggia nell’alto novarese. A Dormelletto una frana ha causato non pochi disagi ed i dati pluviometrici hanno raggiunto 66 mm. Un’esondazione del Lago Maggiore ha messo in crisi gli abitanti di Pella, piccolo comune situato nell’area del Cusio. Disagi anche ad Omegna, dove il Lago d’Orta si è innalzato sensibilmente. Nessun danno a persone, il record di precipitazioni si è registrato nella zona di Varallo e Civiasco 135 mm, segue Cellio con 133 mm, la zona di Quarona con 114 mm, Borgomanero con 84 mm, Bolzano Novarese con 78 mm, Stresa con 73 mm ed Oleggio Castello e Paruzzaro con 66 mm

Le fotografie sono state recuperata dagli utenti facebook che le stanno facendo girare in queste ore.

Alzo - Novara Alzo - Novara2 Alzo Novara Alzo-Novara lungolago Pella - Novara lungolago Pella - Novara1 lungolago pella novara torrente sizzone

Ringraziamo Marisa Villa, la quale ci ha fornito il materiale fotografico dell’esondazione Lago Maggiore nel comune di Pallanza, a ridosso di Verbania, 65 mm di pioggia nelle ultime 24 ore e la situazione è la seguente:

Pallanza pallanza1 pallanza2 pallanza3 pallanza4

Sempre Marisa Villa ci invia la situazione in tempo reale del Comune di Omegna, circa 90 mm di pioggia nelle ultime 24 ore,  dove il Lago d’Orta si è innalzato di parecchi centimetri provocando un’esondazione considerevole:

Omegna Omegna2 Omegna3