Mondiali, Kimberly Hill guida gli USA all’oro e viene premiata MVP dei Mondiali

Condividi sulla tua pagina social

volleyLa Igor Volley sul tetto del mondo grazie alla schiacciatrice americana Kimberly Hill, che ha trascinato la sua nazionale alla conquista del Mondiale (3-1 alla Cina nella finalissima di Milano) ed è stata premiata, con merito, MVP (ovvero miglior giocatrice in assoluto) e Miglior Schiacciatrice dell’intera manifestazione. D’altra parte, la schiacciatrice di Portland, che in estate si è legata con un contratto biennale alla Igor Volley, è stata decisiva per la conquista del titolo con una prestazione “monstre” nella finalissima: 20 i punti messi a segno, con una percentuale d’attacco del 61%. Suoi i punti che hanno consentito agli USA la rimonta, decisiva, nel quarto set quando Hill ha messo a segno prima il break che ha riavvicinato le statunitensi alle cinesi, poi ha messo a terra con un attacco potente e preciso la palla che ha consegnato alla formazione di Karch Kiraly il suo primo Mondiale nella storia.  Finale amaro, invece, per la nazionale italiana di Noemi Signorile e Cristina Chirichella (6 punti con tre muri), sconfitta nella finale per il bronzo dal Brasile di Zè Roberto. L’Italia, sotto per 2-0, è riuscita a riaprire la partita e a portarsi sul 2-2 prima di cedere nel tie-break e dire addio, così, alla possibilità di conquistare una medaglia. La società Igor Volley Novara tutta coglie l’occasione per complimentarsi con tutte e tre le azzurre protagoniste ai Mondiali e, in particolare, con Kimberly Hill per la conquista del titolo Mondiale e dei due premi personali.