Novara: controlli a tappeto in Stazione: rinvenuta droga e 6 denunce dei Carabinieri.

Condividi sulla tua pagina social

Carabinieri NovaraNella tarda serata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Novara, durante un servizio finalizzato a contrastare i reati predatori e il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nell’area della stazione ferroviaria della città,  hanno denunciato per:

detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti:

  • un cittadino di nazionalità nigeriana, 43 enne, pregiudicato, residente in Novara poiché trovato in possesso di 9 involucri in cellophane contenenti complessivi 10.30 di marijuana nonché della somma di euro 300,00 in banconote di vario taglio, risultata provento dell’attività illecita;
  • un cittadino di nazionalità marocchina, 31 enne, pregiudicato, poiché trovato in possesso di complessivi 20,5 di hashish, suddiviso in più dosi;
  • un cittadino di nazionalità marocchina, 44 enne, pregiudicato, residente in Galliate, sorpreso all’atto di cedere una dose di cocaina ad una 38enne novarese, segnalata alla competente Autorità Prefettizia quale assuntore di sostanze stupefacenti;

porto abusivo di oggetti atti ad offendere:

  • un cittadino di nazionalità nigeriana, 42 enne, pluripregiudicato, poiché sorpreso detenere nella propria autovettura una grossa forbice della lunghezza di cm.21.

guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti:

  • un 29 enne, pregiudicato, residente in provincia di Novara, poiché alla guida di autovettura è risultato positivo all’uso di cocaina, metaboliti ed oppiacei. Patente di guida ritirata.

guida senza patente:

  • un 27enne, pregiudicato, residente in provincia di Novara, sorpreso alla guida di autovettura senza patente in quanto mai conseguita.

Nel corso del controllo straordinario del territorio sono state controllate 56 persone e 18 autoveicoli, sono stati effettuati 4 posti di controllo e ispezionati alcuni bar ed esercizi commerciali . All’arrivo dei militari molti cittadini extracomunitari sono fuggiti all’interno di alcuni locali gestiti da connazionali, nascondendosi nei sottoscala e nelle cantine. I militari hanno eseguito alcuni foto segnalamenti per l’identificazione, di cui due sono risultati positivi in quanto i soggetti erano clandestini sul territorio. Durante il servizio è stato soccorso anche un ragazzo minore che aveva perso i genitori: i militari sono riusciti a contattarli, attendendo con il giovane il loro arrivo.