NOVARA NOTIZIE: LE NEWS DI CRONACA DAI CARABINIERI

Condividi sulla tua pagina social

Occuoazione Stabile Rumeni
Occuoazione Stabile Rumeni

PENSIONATA RUBA IL PORTAFOGLI DALLA BORSA DELLA  PROPRIETARIA. RINTRACCIATA E DENUNCIATA DAI CARABINIERI.

Una pensionata di 60 anni è stata denunciata a p.l. per furto dai Carabinieri della Stazione di Cameri per un episodio risalente alla scorsa settimana quando la donna, all’interno di un esercizio commerciale di quel centro non ha resistito alla tentazione di rubare il portafogli dalla borsa della proprietaria, lasciata momentaneamente incustodita, per poi allontanarsi con una scusa dal negozio dicendo che sarebbe ritornata. Ai Carabinieri che l’hanno rintracciata, anche sulla base della descrizione fatta dall’esercente, la donna, dichiarandosi pentita del gesto, ha ammesso la commissione del reato, impegnandosi altresì a risarcire la parte offesa.

GALLIATE: CASALINGA E LADRA SERIALE. DENUNCIATA DAI CARABINIERI

F.G. 44 enne, casalinga, pregiudicata, è stata deferita in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione di Galliate per furto aggravato. E’successo nei giorni scorsi all’interno di un negozio di acconciature di Galliate ove la donna, approfittando della confusione, è riuscita ad asportare la borsa di proprietà di una delle dipendenti. Scoperta, è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria. La donna, già nota alle forze dell’ordine per numerosi fatti analoghi commessi in precedenza si è giustificata dicendo che, non lavorando riusciva in quel modo a garantirsi quei “lussi” che il bilancio familiare non le permetteva. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

 CERANO: CITTADINI RUMENI OCCUPANO ABUSIVAMENTE DUE APPARTAMENTI. DENUNCIATI IN SETTE DAI CARABINIERI

Nel corso di un servizio finalizzato  a contrastare l’immigrazione clandestina, i Carabinieri della Stazione di Trecate coadiuvati dal personale della locale Polizia Municipale hanno deferito in stato di libertà n.7 cittadini rumeni, alcuni dei quali pregiudicati. Gli operanti, al termine di mirati servizi di osservazione, sono riusciti a sorprenderli mentre, violando i sigilli apposti dall’Autorità Giudiziaria, hanno occupato due appartamenti di proprietà dell’ufficio vendite del Tribunale, ubicati  in quelle vie Cavour e Matteotti