Novara: Squadra Mobile della Polizia di Stato, operazione Bloodsucker

Condividi sulla tua pagina social
polizia di Stato di Novara

polizia di Stato di Novara

Alle prima luci dell’alba di ieri si è dato corso all’operazione della Polizia di Stato convenzionalmente denominata “BLOODSUCKER” , finalizzata all’esecuzione di provvedimenti di custodia cautelare e arresti domiciliari in provincia di Novara  e nel resto del d’Italia. Sono tuttora in corso numerosi perquisizioni su tutto il territorio nazionale. Questa operazione ha visto coinvolte la Squadra mobile di Novara con la collaborazione della Squadra mobile diTorino,Milano, Brescia, Biella, Vercelli. Destinatari della custodia cautelare tre soggetti di origine siciliana dediti  all’usura e riciclaggio e atti intimidatori nei confronti delle vittime. Questo è uno step importante nelle indagini che vede un giro di affari di oltre due milioni di euro con tassi di usura tra il 28,91% e il 511%. Lo spessore criminale degli arrestati e la loro pericolosità emerge altresì dai contatti e dalle assidue frequentazioni con esponenti della criminalità organizzata.

.

Conferenza Stampa col Procuratore della Repubblica di Novara Saluzzo